• Home
  • EVENTI
  • I falò di Sant'Antonio a Milano e provincia

I falò di Sant'Antonio a Milano e provincia

falo sant antonio 1C'è un'innegabile magia sacra in ogni fuoco che arde. Inutile dire che già davanti a un camino scoppiettante cuore e mente si perdono in moti mai banali. Per gli antichi il fuoco era sinonimo di purificazione e novità. Ecco perché ogni anno il 17 gennaio, quando era netta la percezione che le giornate andassero allungandosi, si faceva un grande falò in onore di Sant'Antonio Abate.

La storia del falò

Era una sorta di solenne benvenuto all'anno appena iniziato, molto sentita soprattutto nel mondo contadino. Si bruciava fisicamente e anche simbolicamente tutto ciò che nel precedente aveva causato sofferenza o “portato male”. Ma si sa, il passato conta ben poco di fronte al futuro e il falò diveniva soprattutto preghiera collettiva che il nuovo anno e il nuovo raccolto fossero carichi di felicità e abbondanza per tutti. Il mantra di allora recitava più o meno così Sant’Antoni da la barba bianca, fasem truà quel che me manca, o ancora, Sant’Antòni da la barba grisa, fam truà quel che gu minga.  Il bello era che tutto questo si viveva insieme agli altri, era un'occasione per fare festa, stare allegri e rinsaldare i legami di comunità.
 
Invece noi donne e uomini del postmoderno troviamo un po' più complicato sentirci parte di un medesimo destino, ma a ben guardare questo mondo globalizzato non è solo un po' più ampio rispetto al piccolo mondo contadino di una volta?  E chi non desidererebbe trovare quel che gli manca? Che sia per fede, scaramanzia, per scongiurare guerre e nuove crisi finanziarie o per il  vin brulé gratis, partecipate ad almeno uno dei falò di Sant'Antonio nel week end 16-17 gennaio 2016.

I falò di Sant'Antonio a Milano e provincia (16-17 gennaio 2016)

La città di Milano festeggerà in sordina a causa della situazione atmosferica degli ultimi mesi. Unico vero falò del week end milanese è quello di Cascina Biblioteca che resta fedele alla tradizione per il tredicesimo anno di fila. Sabato 16 gennaio alle 20 si inizia con la benedizione degli animali e a seguire, gratis per tutti, polenta cotta e vin brulè fin che ghe n'é, come dicono loro. Quest'anno più che mai non si può mancare (Cascina Biblioteca, via  Casoria 50, Milano, 02 21591143 - 02 2155006).
 
Cascina Linterno propone un innovativo Vespro di Sant'Antonio domenica 17 gennaio . Appuntamento al calar del sole (ore 16.55), senza catasta,  ma con tanta voglia di stare insieme e vivere la tradizione anche senza fuoco. A scaldare gli animi, bevande calde a volontà, dolci e una prece affinché Sant'Antonio interceda per un'aria più pulita in città. Non mancherà invece la benedizione degli animali che fanno di questo evento un momento particolarmente adatto a famiglie e bambini (Associazione Amici Cascina Linterno, Via F.lli Zoia, 194, 20152 Milano, amicilinterno@libero.it, 334 7381384).
 
I fuochi milanesi si concludono lunedì 18 gennaio 2016 a Bosco in Città alle 20.30. Torte e panettoni saranno un contributo gradito per chi vorrà partecipare. (CFU/Italia Nostra Boscoincittà, Cascina S. Romano Via Novara 340 20153 Milano.Tel 02 4522401 info@cfu.itm).
 
Chi decide di spingersi in provincia, trova senz'altro una scelta più ricca, anche se molti comuni hanno deciso comunque di rinunciare al falò per le recenti questioni ambientali. Alle porte di Milano segnaliamo il falò di Cologno Monzese, domenica 17 gennaio in Via C.A. Dalla Chiesa (vicino piscina comunale) alle 20.30. Il programma è grossomodo il medesimo che altrove, con tanti animali, falò e comfort drinks per scaldare corpi e atmosfera. Per la prima volta anche lanterne in volo a colorare il cielo. In contemporanea si svolgerà il falò di Cusago sui prati adiacenti al Castello con l'imprescindibile  vin brulé a volontà. Falò a Vanzago, sempre domenica 17 gennaio alle 21.00 presso il Parco Giochi del Casinutun in Via Quasimodo. Prevista  la partecipazione straordinaria del Corpo Musicale. Altri falò a Boffalora sopra Ticino domenica 17 alle 20 (via Nuova Circonvallazione ang. via Magenta), Marcallo con Casone (nel parco di villa Ghiotti) e Ossona alle 20.30 sempre di domenica 17. A Vimercate (MB) dedicano al Santo una sagra di ben 4 giorni, dal 15 al 18 di gennaio (info comune.vimercate.mb.it).

L'ultimo fuoco invece scoppietterà nel Parco della Vita, in via Gramsci 32 a Cesano Boscone sabato 23 gennaio 2016 alle ore 20 (Associazione di Volontariato A Braccia Aperte abracciaaperte@tiscali.it).  

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.