Romano Scarpa al Wow di Milano

wow scarpa 1Dal 16 gennaio al 13 marzo, WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano, ospiterà una mostra dedicata a Romano Scarpa, il più grande artista Disney italiano, apprezzatissimo autore d’indimenticate storie di Topolino e Paperino e che ha fatto crescere, con la sua matita, bambini di tre generazioni.

Dall’unghia di Kali all’ultimo Balabu: l’arte di Romano Scarpa, curata da Marco Castelletta, il maggior collezionista italiano di opere di Romano Scarpa e dall’archivio della Fondazione Franco Fossati in collaborazione con il settimanale Topolino, proporrà per la prima volta più di 150 tavole originali oltre a schizzi, bozzetti, illustrazioni, sceneggiature e altro materiale raro e inedito.

Inoltre la grande quantità e qualità del materiale esposto permetterà di compiere un viaggio all’interno del lavoro che precede la pubblicazione di un fumetto, dalla sceneggiatura al disegno, infatti, Romano Scarpa, oltre che grande disegnatore, fu anche un instancabile sceneggiatore.

Grande lettore di Topolino fin da bambino, Scarpa, nato a Venezia nel 1927, iniziò un percorso di studio presso il liceo artistico, ma dovette abbandonarli a causa della guerra.

Allora cominciò a studiare tecniche dell’animazione da autodidatta, spinto solo da tanta voglia di sperimentare e con una piccola cinepresa Pathé.

Dalla sua matita e dalla sua passione sono nate storie che hanno fatto la vita del fumetto, sia come disegnatore sia come sceneggiatore, da Paperino e i gamberi in salmì, dove debutta per Gedeone, fratello di Zio Paperone e Topolino e il mistero di Tapioco Sesto, primo tassello di una lunga saga che continuerà per anni dove Scarpa dimostrerà, con il suo talento, l’amore per le storie americane che aveva letto e riletto da ragazzo e molte altre ancora.

Nelle sue storie propose nuovi personaggi che oggi fanno parte della famiglia Disney, è in La dimensione delta del 1959 che Topolino rincontra il geniale Dottor Enigm e conosce il simpatico Atomino Bip-Bip ed è Scarpa che inventa i personaggi di Trudy, la fidanzata di Gambadilegno, di Brigitta e Gancetto, il rampollo di Gancio detto il dritto.

Il biglietto d’ingresso alla mostra costerà 5 euro, ridotto 3.

La mostra sarà aperta da martedì a venerdì, dalle 15 alle 19 e sabato e domenica dalle 15 alle 20, chiusa il lunedì . 

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.