Arte Pinguina

Il 13 gennaio alla Feltrinelli in Piazza Piemonte a Milano si è tenuto il vernissage del Libro arte pinguina scritto ma sopratutto disegnato da Massimo Fenati. Alla presentazione del libro, da cui è stata tratta un interessante mostra fotografica, era presente sul palco insieme all'autore, Silver il creatore del mitico Lupo Alberto.

pinguniLa mostra fotografica farà diverse tappe in diverse Feltrinelli, ecco le città dove è possibile ammirare la mostra fotografica

Dicembre: Verona – Feltrinelli via Quattro Spade 2

Gennaio: Milano – piazza Piemonte 2

Febbraio: Napoli – piazza dei Martiri

Marzo: Genova – via Ceccardi 16

Aprile: Torino – Stazione Porta Nuova

Maggio Mestre – piazza XXVII Ottobre 2

Giugno: Padova – via San Francesco 7

Luglio-agosto: Bari – via Melo 119

Settembre: Palermo - Via Camillo Benso Cavour, 133

Ottobre: Catania – via Etnea 283

Novembre: Roma – Galleria Colonna.

Ma parlino un po' dell'autore :

Massimo Fenati è nato a Genova nel 1969. Dopo una laurea in Architettura si è trasferito a Londra nel 1995, dove vive tuttora e lavora come fumettista, animatore e designer. Si occupa della creazione di pacchetti grafici e di sigle televisive per BBC, Channel 4 e Sky, della realizzazione di illustrazioni editoriali per pubblicazioni di vario tipo e pubblica libri illustrati e a fumetti.

Nel 2005 ha creato i personaggi di due pinguini gay innamorati: Gus & Waldo, in parte ispirati a sé e al proprio compagno. La spassosa cronaca della loro vita di coppia è raccontata attraverso una serie di libri, molto popolari in Gran Bretagna, tradotti in cinque lingue e pubblicati in diversi paesi. In Italia TEA ha pubblicato Il libro dell’Amore di Gus & Waldo (2008) e Il Libro del Sesso di Gus & Waldo (2011).

Con la versione animata, presentata con un cortometraggio (Kiss that Frog!) alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2009, ha vinto il Sub-Ti Short Competition. Il suo cortometraggio The Gus & Waldo Show ha anche vinto il premio del pubblico all’IRIS Animation Festival di Rio de Janeiro e al Queersicht Film Festival di Berna.

Durante il vernissage ha fatto vedere le sue opere e ha spiegato il motivo della realizzazione del libro, per l'autore è una dichiarazione d'amore nei confronti dell'arte, lui ha scelto un opera per ogni autore, dalle più conosciute a delle vere chicche per pochi intenditori d'arte. Ha attraversato tutti i continenti e tutte l'epoche storiche. E'passato dall'arte della antica Grecia a Raffaello, passando per Monet fino ad arrivare a andy warol, ovviamente non tralasciando la scultura, infatti ha preso ispirazione delle opere di Christo, e ha creato Wrapped Penguin, un pinguino tutto impacchettato.

La parte più divertente ed interessante del vernissage e' stata l'intervista che ha fatto Silver all'autore, infatti gli ha posto la domanda che tutto il pubblico voleva fargli " come mai proprio i pinguini?" , e Fenati con tanta spontaneità e sincerità ha risposto che prima di tutto gli piacciono come animali perché sono buffi è tenero allo stesso momento, poi ha raccontato una serie di aneddoti della sua vita legati a questi teneri animali, il più bello forse e'quello della foto di due pinguini gay che ha fatto il giro del mondo, da lì ha avuto l'ispirazione per creare Gus&Waldo, una coppia di pinguini gay, che rappresenta lui e il suo compagno.

Ho trovato questa mostra davvero bella e interessante, ti fa vedere l'arte sotto un altro punto di vista, anche ironico. Quindi se riuscite a passare alla Feltrinelli in Piazza Piemonte, potrete entrare al MoPA (Museum of Penguin Art) e vedere dei capolavori a cura di Gus&Waldo fino al 31/1/16 e dire c'ero anche io in quel museo particolare.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.