• Home
  • CINEMA
  • The Revenant-Il Redivivo: un film da Oscar

The Revenant-Il Redivivo: un film da Oscar

the revenant“The Revenant-Il Redivivo” è il nuovo film di Alejandro Gonzalez Inarritu (“21 grammi- Il peso dell’anima”, “Birdman”), basato sull'omonimo romanzo del 2003 e parzialmente ispirato alla vita del cacciatore di pelli Hugh Glass.

Ambientata nel 1823, la pellicola racconta la storia di Hugh Glass (interpretato da Leonardo DiCaprio), un trapper alla guida di una battuta di caccia nel Nord Dakota.

In seguito all’aggressione di un orso grizzly, i compagni si convincono che gli resta poco da vivere: il grosso della spedizione procede nel suo viaggio, lasciando l’esploratore con suo figlio Hawk e due uomini, John Fitzgerald e Jim Bridger, incaricati di vegliare le sue ultime ore. Tradito da Fitzgerarld, il quale gli uccide davanti agli occhi il figlio, il protagonista viene abbandonato nel gelo, solo ed agonizzante. Ad aiutarlo a sopravvivere saranno la sua forza e la sua voglia di vendetta.

Vincitore di tre Golden Globes come Miglior regia, Miglior film drammatico e Miglior attore in un film drammatico e con 12 candidature ai Premi Oscar 2016, la pellicola è stata accolta positivamente dalla critica e dal pubblico.
Acclamata l’interpretazione di Leonardo DiCaprio, che si dimostra uno degli attori migliori della sua generazione e che per un altro anno è in corsa per l’Oscar, nella speranza che questa volta sia lui a stringere la meritata statuetta.

DiCaprio riesce nell’impresa di rappresentare la sofferenza atroce di un uomo, che disperato e in fin di vita, lotta per la sopravvivenza. Un attore eccezionale che è in grado di mettere in scena un personaggio che comunica attraverso suoni gutturali e rantoli e che cammina trascinandosi nel ghiaccio per quasi tutto il film.
Oltre all’interpretazione di DiCaprio, spicca quella del bravissimo Tom Hardy, che nel ruolo del traditore risulta molto convincente.

tom hardy1

Il film è fortemente realistico grazie alla fotografia di Emmanuel Lubezki , alla cura dei particolari e a degli attori eccezionali che sacrificano la loro bellezza al fine di garantire un prodotto di grande qualità.
Emblematica è la scena dell’aggressione dell’orso, ricca di dettagli e sostenuta da un DiCaprio eccezionale, che da la sensazione allo spettatore, di essere testimone di un reale attacco. Bravissimo è stato Alejandro Gonzalez Inarritu, che per girare la scena, ha preso informazioni da un esperto di attacchi d’orsi.
Il risultato è una pellicola bellissima, che coinvolge e impressiona il pubblico.
Una storia di vendetta e di sopravvivenza, che si concentra sul tormento e sulla perseveranza di un uomo che non si arrende di fronte a nulla, perché come dice lo stesso protagonista a inizio film “Finchè potrai fare ancora un respiro, combatti.”

Leggi anche:

Golden Globes 2016: i vincitori

Il Piccolo Principe al Cinema: Non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.