• Home
  • TEATRO
  • Piccolo Teatro di Milano: verifica la statura del tuo vicino di poltrona e prenota il tuo posto online

Piccolo Teatro di Milano: verifica la statura del tuo vicino di poltrona e prenota il tuo posto online

piccolo teatro milanoL'erba del vicino è sempre più verde”, recita un popolare proverbio – “la statura del vicino è sempre più alta”, potrebbe esserne un'ironica declinazione valida per tutti coloro che, amanti del teatro, scelgono i posti migliori per garantirsi una visione ottimale del palco e, puntualmente, si trovano a occupare la poltroncina retrostante la persona più alta della sala.

Il Piccolo Teatro di Milano ha trovato una soluzione anche per questo: a breve implementerà, nel ventaglio di servizi online offerti per l'acquisto del biglietto – ticketless, riduzioni, promozioni, PiccoloCard per la raccolta punti – la possibilità di verificare l'altezza dei propri vicini di poltrona, prima di confermare la scelta del proprio posto. In questo modo, chi ha la statura di Renato Brunetta potrà evitare spiacevoli imbarazzi.

Il Piccolo è da sempre incline alle novità: il Teatro Studio Melato – una delle tre sale che completano lo storico teatro d'Europa, insieme alla Sala Grassi e al Teatro Strehler – ha reso disponibile la possibilità di visualizzare la distanza del palcoscenico dal posto selezionato, al momento dell'acquisto.

Piccolo solo nel nome dunque, il teatro milanese continua a far parlare di sé, attraverso grandi numeri: prima fra tutti la cifra record di 25 mila abbonati. Una notizia che sta entusiasmando i benpensanti, affannati sostenitori della “cultura per pochi” quanto avversi alle forme d'intrattenimento per così dire “mainstream”, è quella del sorpasso degli abbonamenti teatrali su quelli allo stadio. 
Rita Pavone, che lamentava "perché, perché la domenica mi lasci sempre sola per andare a vedere la partita di pallone", potrà bearsi di questo cambio di rotta. Milanisti e interisti pare abbiano momentaneamente appeso le scarpette al chiodo, prediligendo le luci di ribalta a quelle di San Siro, cantate da Vecchioni.

Che i milanesi stiano pian piano cambiando i propri gusti in materia d'intrattenimento? Non possiamo dirlo con certezza, tuttavia sembra proprio che per la prossima stagione troveremo più fila davanti ai teatri che ai tornelli di San Siro.

Alexia Altieri

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI