• Home
  • MOSTRE
  • Galleria Carla Sozzani. In Italia una mostra di Heinz Hajek-Halke

Galleria Carla Sozzani. In Italia una mostra di Heinz Hajek-Halke

In collaborazione con l'Archiv der Akademie der Künste di Berlino e con Eric Franck Fine Art di Londra, negli spazi della Galleria Carla Sozzani in mostra per la prima volta in Italia la produzione di Heinz Hajek-Halke. Straordinarie fotografie vintage, manipolazioni di luce, forma e movimento stampate tra gli anni Trenta e gli anni Settanta. Provocazione e curiosità, sete di conoscenza.

sozzani 500x490Heinz Hajek-Halke è tra i pionieri della fotografia tedesca del XX secolo che hanno marcato con una forte personalità la trama del secolo scorso.

Ha lavorato come fotoreporter per l'agenzia di stampa Press-Photo, sperimentando diverse tecniche quali fotomontaggi, doppie esposizioni, collage.

Fu il fotomontaggio a rappresentare per lui un mezzo con espandere la sua espressione artistica attraverso la tecnica fotografica. Nel corso della sua carriera ha collaborato con i grandi fotografi Willi Ruge e Else Neuländer (Yva) allo sviluppo di immagini sempre più complesse. Fu negli anni della Seconda guerra mondiale che iniziò ad occuparsi di fotografia scientifica nel campo della biologia degli insetti. Esplorò diverse tecniche di manipolazione chimica, di distorsione della luce e di ingrandimento sui piccoli soggetti, attraverso un grande banco ottico.

La necessità di ricercare nuove forme ricreando macrocosmi attraverso ingrandimenti di microcosmi, e di sperimentare lo spinse negli anni ‘50 ad abbandonare la macchina fotografica e a concentrare il suo lavoro in camera oscura, come fecero seguendo László Moholy Nagy  e Man Ray: la fotografia diventa mezzo espressivo nello sviluppo su carta di immaginari astratti. Attraverso reazioni chimiche di solventi, acidi o vernici su supporti come stoffe, vetri, liquidi e plastiche, produce direttamente i negativi su vetro. Nei lavori di Heinz Hajek-Halke è percepibile uno studio sul movimento di strutture realizzate con fili flessibili e il loro gioco di luci, attraverso il quale dà forma a varie figure.

Il suo è un lavoro sistematico, concepito attraverso disegni preparatori, temi ricorrenti e soluzioni precedenti riviste, rivalutate e messe in discussione nel tempo per confermarne la validità. In questo processo Heinz Hajek-Halke è sempre rimasto un fotografo e i suoi studi preparatori hanno trasformato le sue stampe fotografiche in magnifiche immagini.

Heinz Hajek-Halke

Dal 7 febbraio al 3 aprile 2016

Galleria Carla Sozzani
Corso Como 10 –Milano
tutti i giorni, 10.30 – 19.30, mercoledi e giovedì, 10.30 – 21
ingresso libero

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI