• Home
  • CRONACA
  • Milano: riparte la rimozione delle auto abbandonate, una mail per segnalarle

Milano: riparte la rimozione delle auto abbandonate, una mail per segnalarle

auto abbandonate milanoDopo un periodo di interruzione forzata, a Milano è ufficialmente ripreso il servizio di rimozione delle auto abbandonate con la coordinazione da parte della polizia locale.
Lo stop era stato causato momentaneamente da un ricorso al Tar da parte delle società che non si erano aggiudicate la gara, ma a fine gennaio è giunta la sentenza favorevole al Comune di Milano che ha così consentito la ripresa di un “servizio fondamentale contro il degrado”, come dichiarato dall'assessore alla Sicurezza Marco Granelli.

Per la prima volta in Italia, il bando di Palazzo Marino ha previsto che la rimozione delle auto abbandonate sia effettuata da società specializzate che hanno la facoltà di rivendere il veicolo recuperato o di riciclarne i pezzi di ricambio, al fine di recuperare le spese sostenute.
In questo modo, il servizio avrà costo zero per le casse comunali consentendo un notevole risparmio, pari all'incirca ad 800mila euro all'anno.

Visto e considerato che generalmente il 74% delle auto abbandonate sono nella condizione di poter essere rivendute, appare evidente che il bando proposto dal Comune di Milano abbia attirato per l’occasione molte società specializzate.
Una volta ripreso il servizio gli effetti positivi per il decoro della città sono apparsi subito evidenti: basti pensare che dal 5 febbraio sono stati già rimossi ben 150 veicoli e altrettanti 270 sono tuttora in fase di rimozione.
Una novità importante per i cittadini è inoltre l’attivazione di una email apposita a cui inviare le segnalazioni dei veicoli abbandonati: per avviare i dovuti accertamenti, si potrà scrivere infatti all'indirizzo Pl.ufficiocentraleveicoliabbandonati@comune.milano.it.

Si precisa che, per essere certi che si tratti effettivamente di un’auto abbandonata, è importante che sussistano alcune condizioni fondamentali: in primis il cattivo stato della vettura e la presenza o meno della targa.

Nel momento in cui giunge la segnalazione all'ufficio competente, viene rapidamente controllato che non si tratti di un furto e nel caso in cui, non fosse possibile contattare nell'immediato il proprietario, si procede innanzitutto alla rimozione del veicolo dalla strada.
Se trascorrono 60 giorni dalla notifica del verbale di rinvenimento al proprietario o dall'affissione all'Albo Pretorio, la vettura viene considerata ufficialmente abbandonata ed in quel caso si procederà con la cancellazione della targa al Pra (Pubblico registro delle auto) e alla sua demolizione, o in certi casi alla sua rivendita.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.