• Home
  • ARTE
  • ST-ART, l'artista del mese: Giovanni Manzoni Piazzalunga

ST-ART, l'artista del mese: Giovanni Manzoni Piazzalunga

st art7Siamo giunti al settimo, nonché ultimo appuntamento, dell'iniziativa promossa da Mondadori Store di Piazza Duomo, a Milano, "St-Art 7 mostre per 7 talenti".

Il progetto culturale che ha avuto inizio a settembre 2015, è destinato alla presentazione di giovani artisti, ponendoli a stretto contatto con il pubblico.

I sette emergenti, tre italiani - Marco Abisso, Giovanni Manzoni Piazzalunga e Stefany Savino - e quattro stranieri - Alban Met Hasani, Jang Sung An, Kalina Danailova e Lucia Guadalupe Guillen provengono tutti da scuola italiana, avendo in comune la formazione all'Accademia di Belle Arti di Brera.

Protagonista del mese di marzo sarà Giovanni Manzoni Piazzalunga , il quale martedì 8 dalle ore 18:30 eseguirà, come i colleghi che lo hanno preceduto, una performance: completerà davanti al pubblico presente, la realizzazione di una sua opera, ispirata al tema del viaggio. Al termine, presso lo Spazio Eventi del megastore, si inaugurerà la mostra personale dell'artista che rimarrà in cartello per un mese. Ad introdurre l'esposizione al pubblico, saranno l'esperto d'arte Lorenzo Marini e lo stesso giovane artista, che illustreranno le varie opere ed interagiranno con i presenti.

st art6La pittura di Giovanni Manzoni Piazzalunga ha diverse fonti di ispirazione. Innanzitutto, la grande potenza e l’ampio respiro del Cinquecento italiano e in particolare di Michelangelo. Poi Pollock, per la tecnica del dripping. L’artista, che pure è cresciuto in Italia dall’età di un anno, non scorda comunque le sue origini latinoamericane e si ispira anche al muralismo messicano. Per questo predilige i grandi formati e ritiene che nel suo lavoro ci sia anche un poco di “street art”. Inoltre crede nel disegno come rappresentazione del pensiero, come prima forma dell’espressione artistica. Espressione che vuole di immediata comprensione per il pubblico. Tra i materiali utilizzati, frequente è il caffè, che conferisce corpo al disegno, lo armonizza e dona intensità al volume. Ma anche il cioccolato. Forse un altro retaggio delle sue origini..

"Un'esperienza che apre passaggi diversi verso mondi nuovi, quelli delle nuove generazioni; dando ad esse un luogo per dibattere nel presente nuove idee per il futuro, cercando di capire attraverso le loro opere, le tendenze in cui ci troveremo a vivere" sottolinea Giacinto Di Pietrantonio, docente in Brera e direttore del Museo d'Arte Contemporanea Gamec nonché critico d'arte tra i più autorevoli.

Padrino del progetto è l'artista Marco Lodola, che per Mondadori Megastore di Piazza Duomo ha creato Eden: un'istallazione al neon che è possibile ammirare sulla facciata dello store raffigurante una danzatrice luminosa, simbolo del paradiso incontaminato, mentre sorregge una mela rossa, colore della passione.

GIOVANNI MANZONI PIAZZALUNGA

Presso il Mondadori Store dal 8 marzo al 3 aprile 2016

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.