• Home
  • MOSTRE
  • Lacuna/æ. Un progetto fotografico sulla Venezia sconosciuta

Lacuna/æ. Un progetto fotografico sulla Venezia sconosciuta

Un progetto per valorizzare diverse aree di Venezia non del tutto conosciute ma di particolare interesse estetico e architettonico attraverso i lavori di 20 giovani fotografi quali Andrea Avezzù, Lara Bacchiega, Sergio Camplone, Claudia Corrent, Caterina De Zottis, Marco Del Zotto, Marco Fava, Francesca Gardini, Allegra Martin, Riccardo Muzzi, Luana Rigolli, Francesca Occhi, Mattia Parodi, Sara Polo, Giacomo Pulcinelli, Sara Sagui, Gian Giacomo Stiffoni, Giacomo Streliotto, Federico Vespignani e Claudia Zalla.

lacunae mostra venezia architettura progetto fotografia crowfundingAmare Venezia vuol dire anche scoprirla. Parliamo di LACUNA/AE, un progetto fotografico curato da Eleonora Milner e Elena Caslini, che punta a mostrare una città raccontata spesso attraverso una luce che non fa parte della sua storia e che non lascia spazio alle espressioni dei suoi abitanti.

Una Venezia industriale e una Venezia moderna: per il progetto gli artisti partecipanti sono stati coinvolti per interpretare e documentare alcune ex aree industriali riqualificate in edilizia residenziale dai più grandi architetti italiani del XX secolo.

Tra ‘800 e ‘900 sono molte aree di Venezia hanno ospitato grandi complessi industriali che nel corso del tempo hanno chiuso le loro attività per poi essere riabilitate a partire dagli anni ’80 grazie ai progetti di alcuni grandi architetti.

Diverse le modalità di intervento: dal riuso degli stabili nella loro forma originaria all'abbattimento all'utilizzo di un linguaggio moderno fino al riuso di alcuni elementi costruttivi tipici dell'architettura tradizionale veneziana. Ma la domanda che ci si pone è: Come effettivamente gli abitanti oggi, a distanza di tempo, vivono questi grandi esempi di architettura presenti nel territorio? Sono aree periferiche o realmente integrate nella struttura urbana di Venezia? Gli abitanti, le persone che vi transitano e le loro storie sono al centro dell’indagine che ha mosso il progetto, punti indagati attraverso interviste e ricerche di testimonianze orali, per comprendere com'erano e come sono oggi le aree prese sotto esame, il tutto accompagnato da una meticolosa ricerca di fotografie storiche. Oggetto di indagine quindi non è soltanto l'opera architettonica di per sé, ma anche quello che la circonda: le persone che lo abitano e il modo in cui l'uomo ha cercato di adattarsi e abitare gli spazi.

I 20 fotografi ci condurranno alla scoperta di una Venezia del tutto inedita, guardando oltre la semplice messa in esposizione di fotografie / cartoline che ritraggono il Ponte di Rialto, il Canal Grande o Piazza San Marco. "L'obiettivo è quello di raccontare visivamente questa parte mancante della storia della nostra città" affermano le curatrici. Così Eleonora ed Elena, insieme alla di giovani collaboratori, per approcciarsi a un lavoro così complesso hanno svolto un grande lavoro di ricerca d’archivio, andando a scovare fotografie, mappe e disegni d’epoca, su Instagram ne potete scoprire il dietro le quinte.

Inoltre contemporaneamente alla mostra che si svolgerà presso la Torre Massimiliana, ex forte militare di Sant'Erasmo, si vuole realizzare un libro composto da circa 200 pagine (in edizione limitata di 300 copie) con tutto il materiale raccolto, da pubblicare il prossimo giugno.

LACUNA/AE non è una mostra in corso, ma un bel progetto giovane che ha bisogno del vostro sostegno. Potrete contribuire e partecipare “al Farsi” della mostra, infatti è stata lanciata una campagna su Kickstarter, piattaforma web di crowdfunding più importante al mondo. I vostri contributi serviranno a sostenere le spese della mostra e del volume fotografico, nel quale saranno inclusi i materiali d’archivio utilizzati per la ricerca sul campo

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.