• Home
  • TEATRO
  • Gli innamorati di Goldoni in aprile a Teatro Libero.

Gli innamorati di Goldoni in aprile a Teatro Libero.

glinnamorati

 

L'amore, si sa, è un campo di battaglia. Lo sapeva molto bene Carlo Goldoni che nella sua commedia Gl'innamorati va a scandagliare in profondità il re di tutti i sentimenti. Pur essendo in cima a tutte le aspirazioni umane, infatti, l'amore è il teatro dove va in scena la fragilità dei due sessi sempre esposti e vulnerabili ai suoi capricci, alle sue ossessioni, alle sue paure.

La versione della commedia realizzata dal Teatro dei Borgia in scena al Teatro Libero in questi giorni ha il merito indubbio di renderci l'opera di Goldoni familiare, non tanto per i riferimenti all'attualità disseminati qui e là nel testo, ma soprattutto per la capacità di restituire l'atmosfera di perenne conflittualità che sembra caratterizzare i rapporti sentimentali odierni dove l'amore tende sempre più a tracimare nel desiderio di possesso.

Vero è che l'egoismo è uno dei rischi in cui ci si imbatte più frequentemente nelle relazioni di coppia più o meno da quando esiste l'umanità ma, senza fare sociologia a buon mercato, nella nostra epoca «liquida» pare proprio scontato che qualsiasi rapporto con gli altri venga vissuto innanzitutto e quasi essenzialmente come un rapporto con noi stessi, i nostri bisogni e i nostri difetti, dimenticando che in una relazione forse l'attenzione dovrebbe essere rivolta all'altro e non al nostro io!

Ma veniamo allo spettacolo. Bravissimi i due attori Elena Cotugno e Gianpiero Borgia (quest'ultimo anche regista della pièce) che mettono in scena da soli una commedia che prevederebbe un numero molto maggiore di personaggi. Soprattutto abile si rivela Gianpiero Borgia nello swtichare da un personaggio all'altro visto che interpreta oltre al protagonista Fulgenzio, anche Fabrizio, Eugenia e il conte Roberto, spesso con trovate comiche di grande efficacia.

Elena Cotugno, da parte sua, porta in scena con grande naturalezza un'Eugenia nevrotica e irrequieta che con la sua gelosia incontrollabile tiene in movimento tutta la vicenda.

Ci si riconosce sorridendo, perché ci siamo senz'altro passati tutti, nelle varie litigate «a tema» che si accendono tra Fulgenzio ed Eugenia. Litigate nelle quali vengono allo scoperto quelli che potremmo considerare gli elementi tipici delle discussioni tra uomo e donna che, al di là dei vari argomenti pretestuosi che le caratterizzano, vertono sempre sulla stessa immarcescibile questione: «Non mi ami abbastanza, di sicuro non quanto ti amo io!».

Teatro Libero,
Via Savona 10, Milano

dall' 11 aprile al 17 aprile
lunedì-sabato ore 21.00 
domenica ore 16.00

BIGLIETTI 
intero € 21,00
under 26/over 60 € 15,00 
studenti universitari (con tesserino) € 10,00

 

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI