• Home
  • EVENTI
  • Milano, 3-12 maggio: torna LetteralMente Festival

Milano, 3-12 maggio: torna LetteralMente Festival

pensieroÈ iniziata in questi giorni la terza edizione di LetteralMente Festival, momento di riflessione e impegno sociale. Personalità di spicco del panorama culturale e scientifico italiano si danno appuntamento fino al 12 maggio in teatri, scuole e musei di tutta la città per discutere su un tema quanto mai attuale: «Orientamenti: nuove politiche dei confini». L’iniziativa è frutto dell’idea di Moreno Gentili, scrittore e concept artist comasco, il quale spiega come LetteralMente nasca «dalla necessità di fare qualcosa per parlare in modo diretto di valori che oggi toccano l’attualità del nostro vivere quotidiano».
 
Evidente la volontà di coinvolgere anche (e soprattutto) i più giovani: giovedì 5 maggio, dalle ore 14.00 alle ore 17.00, nella sala del Caffè Rouge del Teatro Franco Parenti, alcuni studenti del Liceo Manzoni ridanno vita a una polis fondata sul valore della parola, confrontandosi con i docenti sul tema della libertà. Intervengono Linda Brunetta, Kean Etro e Gianfelice Facchetti. In seguito, alle ore 18.30, la sala del Caffè Rouge sarà sede dell'incontro «Mediterraneo come Confine», moderato da Alessandro Cannavò (Corriere della Sera). Ospiti: Enrica Bistagnino (Università di Genova), Silvia Giugno (Ass. Passato Prossimo), Petra Mezzetti (CeSPI).
 
Il calendario completo degli incontri, a ingresso libero, si trova su letteralmentefestival.com. Di seguito ve ne proponiamo alcuni:
• Venerdì 6 maggio alle ore 18.30 il filosofo Vito Mancuso e il drammaturgo e attore Moni Ovadia discutono sui limiti della libertà di coscienza nella Sala della Cavallerizza del Teatro Litta, nel corso di «Confini delle parole».
• Sabato 7 maggio alle ore 18.30, al Teatro dal Verme, va in scena «Mediorientamenti: Arte e Pensiero», che vede l’intervento dell’islamista Paolo Luigi Branca, di Gabi Scardi e Ilaria Lupo, che da anni vive a Beirut accanto a profughi e rifugiati.
• Tra gli appuntamenti della prossima settimana, si segnala l’approfondimento «Oltre le guerre: quando la scienza ricostruisce», mercoledì 11 maggio alle ore 18.30, al Museo della Scienza: Manuela Raimondi, docente di Bioingegneria al Politecnico impegnata nella ricerca di cellule staminali per la rigenerazione dei tessuti, dialoga con i rappresentanti di Ong impegnate nel prestare aiuto ai feriti nel corso di conflitti. Di seguito, alle 20.30, il Carcere Minorile Beccaria si trasforma in auditorium per «Musiche di Confine», concerto del musicista sardo Gavino Murgia e della sua band.
 
LetteralMente si concluderà giovedì 12 alle ore 17.30 al chiostro Nina Vinchi del Piccolo Teatro, con un incontro all’insegna della poesia, insieme al poeta Davide Rondoni e ai musicisti degli ex Stormy Six Umberto Fiori e Pino Martini.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.