Di chi sarà il Corriere della sera?

corriere della seraDa qualche tempo attorno al Corriere, il quotidiano milanese per eccellenza, le manovre per acquistarlo si moltiplicano.

Alla cordata capeggiata da Urbano Cairo, ex assistente di Silvio  Berlusconi, si contrappone quella guidata  da  Andrea  Bonomi, nipote della leggendaria madama meneghina del cemento, che in pochi giorni si lasciò sfilare  la  sua  cassaforte,  Bi- Invest  (correva  l'anno della  finanza d'assalto  1986) da Schimberni, allora presidente di Montedison.

Ma al di là degli aspetti finanziari dell'operazione, per chi tifa il redattore tipo del massino quotidiano italiano?

Dopo innumerevoli contatti - tutti  falliti  -  ne incontriamo uno.  E per  avere  le sue  dichiarazioni,  il cronista  deve omettere anche il nome.

-  Lei  per chi  parteggia?
Per  Urbano  Cairo, uno dei pochi editori puri sulla piazza.

- I ben  informati  sussurrano  che  abbia  alle  spalle  Bazoli, presidente di Banca  Intesa.
Senza  dubbio.  Perché  il maggior  istituto bancario italiano vanta  un credito  di 162  miliardi nei confronti  dell'editrice del foglio  di via Solferino.

- Invece l'altra cordata, cementata da Bonomi.....
Non  la  gradisco.  Bonomi è un  finanziere abituato al mordi e fuggi.  Ultimo esempio, la  Bipiemme, che sotto la sua guida  ha  perso di connotati di cooperativa per diventare  una banca  impopolare. 

-  Pare che Renzi sia sceso in campo contro Cairo.
All'attuale  presidente  del  Consiglio non sta bene un uomo indipendente come il piemontese. Preferisce  un asservito  manager.

  Come finirà la disfida?    
I  giochi sono apertissimi.  E  per  il  bene  della democrazia  spero la spunti  Cairo.

-  Per il bene della democrazia o della massoneria? 
Dopo  il  repulisti  seguito al terremoto  della  P2, non vedo  grembiulini  in  redazione.

-  Mica  si mostrano.
Con  i  sospetti  non andiamo da nessuna  parte.

- Il  miglior  direttore  con quale ha lavorato?
Di  Bella.  Venuto  dalla  gavetta.  Purtroppo   scivolato  sulla  buccia di banana della P2.

- E  il peggiore ?
Spadolini.  Profondo  storico  a digiuno  delle regole elementari del giornalismo.

-  Resisteranno  i  quotidiani ed internet ?
Si,  se sapranno  offrire  quegli   approfondimenti  che la rete non può dare.

Negli anni  Sessanta,  Settanta  del secolo scorso  lavorare al Corriere era un privilegio.  Ora i tempi sono  cambiati.  E gli idraulici han conquistato il  podio.

Gaetano Tirloni

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.