• Home
  • MOSTRE
  • Wow Diabolik, Il passato, il presente, il futuro

Wow Diabolik, Il passato, il presente, il futuro

diabolik passato 1Ideato nel 1962 dalle sorelle Giussani per la casa editrice Astorina, il personaggio di Diabolik ha accompagnato intere generazioni di lettori in un successo incredibile che lo ha reso protagonista, oltre che delle molte avventure mensili, di volumi illustrati, saggi, spot televisivi, video musicali, film, merchandising e altro ancora.

Alla sua nera figura è dedicata dal 18 giugno, al Wow di Milano, la mostra Diabolik:  Il passato, il presente, il futuro, un grande percorso espositivo che in cinquantaquattro anni di puro mito con tavole originali, albi d’epoca, pubblicazioni, libri, gadget, memorabilia, ricostruzioni 3D e video, completati da inserti e approfondimenti multimediali attivabili attraverso l’App ufficiale Diabolik.it. Si potrà interagire con l’allestimento attraverso il QR-Code e la Realtà Aumentata per scoprire contenuti extra.

La mostra si aprirà con una sezione sui criminali protagonisti dei classici gialli che hanno ispirato la creazione di Diabolik tramite generazioni intere di sceneggiatori e disegnatori, come Fantômas, creato nel 1911 da Marcel Allain e Pierre Souvestre, e Za La Mort, personaggio nero degli anni Quaranta.

La prima storia di Diabolik, Il re del terrore, sarà esposta nelle sue tre versioni con le tavole e gli albi originali.

Per immergersi maggiormente nelle ben 800 avventure di Diabolik, il visitatore potrà interagire con l’installazione multimediale ideata in collaborazione con Global Media, con un pannello touchscreen che renderà possibile vedere il database segreto di Diabolik che racchiude tutte le copertine uscite dal 1962 fino ad oggi.

diabolik passato 2Nella sezione Il mondo di Diabolik saranno passati in rassegna tutti gli aspetti della figura di Diabolik e delle sue avventure, come i rifugi, i trucchi che inventa per portare a termine un colpo, le trappole, la sua inconfondibile tuta nera, le armi e gli strumenti del mestiere, le maschere con cui lui ed Eva possono assumere le sembianze di chiunque.

L’avventura editoriale di Diabolik sarà testimoniata anche dall’esposizione dei vari albi nei diversi formati in cui sono state pubblicate le storie, dal classico albo pocket ai volumi, strisce realizzate per i quotidiani, album di figurine, oltre alle edizioni straniere tradotte persino in lingua Tamil o edite in Bielorussia, spesso caratterizzate da curiosi cambiamenti e modifiche rispetto alle storie italiane.

Diabolik è stato anche il protagonista di un film diretto da Mario Bava nel 1968, ora un vero cult movie con John Phillip Law nei panni del protagonista e la bella Marisa Mell in quelli di Eva Kant, che verrà illustrato in mostra attraverso articoli e pubblicità che l’hanno preceduto, oltre che dalle tavole originali delle storie che hanno ispirato le sequenze su pellicola e ai manifesti originali.

Non mancheranno video musicali (Beastie Boys, Tiromancino, Mesmerize), videogiochi (dai primi della Simulmondo fino al più recente The original sin), parodie (con Totò e Arriva Dorellik) e altro ancora.

Diabolik ha creato il genere dei neri, cui sarà dedicata una sezione della mostra, con le parodie più riuscite, come lo spassoso Ratolik di Leo Ortolani Paperinik, identità segreta di Paperino.

L’ultima parte della mostra è Oltre Diabolik, con l’esposizione di tavole, dove il personaggio è stato interpretato da grandi maestri del fumetto che non lo avevano mai disegnato, e una sezione dedicata a DK, una versione parallela di Diabolik edita nel 2015.

Diabolik: La mostra
Il passato, il presente, il futuro

18 giugno – 18 settembre 2016

Wow - Spazio Fumetto
Viale Campania, 12 Milano
Orario: da martedì a venerdì, ore 15-19; sabato e domenica, ore 15-20. Lunedì chiuso
Ingresso intero 5 euro, ridotto 3 euro (bambini fino ai 10 anni, over 65, tesserati WOW)

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI