• Home
  • MOSTRE
  • Museo Bagatti Valsecchi Un affare di famiglia

Museo Bagatti Valsecchi Un affare di famiglia

affare di famiglia 1La famiglia dei Marinoni è stata una dinastia di pittori, con le radici a Desenzano al Serio, attiva per cinque generazioni e con un forte legame con la produzione artistica della provincia bergamasca, inondandola di polittici, affreschi e pale d’altare.

Il grande successo della pittura dei Marinoni lascia molto stupiti se lo si misura con le esperienze contemporanee di Milano e Venezia, ma trova una spiegazione nel profondo radicamento di questa bottega nel suo territorio, in quanto gli sforzi economici della committenza non erano compensati dall’originalità creativa, bensì dalla qualità dei materiali impiegati, dall’affidabilità della perizia artigiana e dalla facilità di lettura del soggetto dipinto.

Ora il Museo Bagatti Valsecchi di Milano festeggia la famiglia di pittori bergamaschi e il ritorno del Polittico di San Giovanni Battista dopo un anno di assenza a causa del lungo e accurato restauro, producendo la piccola mostra Un affare di famiglia, curata da Chiara Paratico, sulla storia di quest’opera, tanto intensa quanto ricca di misteri.

Realizzato nel 1493 da Giovanni Marinoni con i figli Bernardino e Antonio, il Polittico fino ad oggi è l’unico dipinto che è stato firmato e datato dalla bottega Marinoni.

Visibile in mostra fino al 2 ottobre, per poi essere ricollocato nella sua originaria posizione sullo scalone di via Santo Spirito, il Polittico è allestito con uno schermo touch dove un video consente di contestualizzare e conoscere l’ampia attività dei Marinoni nel territorio di Bergamo.

E per scoprire questa enorme produzione artistica una piantina dettagliata della Val Seriana, Val Brembana e Bassa Bergamasca è data in omaggio ai visitatori del Museo, allo scopo di consentire la mappatura di tutte le opere presenti sul territorio.

“Di fronte ai più illustri modelli (Foppa, Bramante, Mantegna), nessuna pretesa di originalità e anzi l’emulazione delle medesime soluzioni iconografiche, spesso senza comprenderne a fondo la portata. Nel lento rinnovamento delle tipologie della tradizione i Marinoni rappresentano un’eloquente testimonianza di un approccio alla pittura come mestiere e all’opera d’arte come “materia” preziosa, opera corale di più artigiani, mastri dell’arte del fare, lontani dalla più moderna concezione del fare arte” dice la curatrice della mostra Chiara Paratico.

Ora la piccola stanza al piano nobile, migliorata con il generoso contributo dello studio Lissoni Associati, che ha ospitato i quattro tesori del Rinascimento in occasione di Expo, con i particolari e gli sguardi di Giampiero Bodino, è la casa di una piccola mostra di approfondimento su questi pittori poco conosciuti.

Non sarà una grande mostra di richiamo, ma la mappa e lo schermo sono una bella occasione per scoprire qualcosa di nuovo sull’arte nel territorio lombardo.

Un affare di famiglia I Marinoni e il Polittico di San Giovanni Battista

Fino al 2 ottobre

Museo Bagatti Valsecchi Milano

Via Gesù, 5 Milano

da martedì a domenica dalle ore 13.00 alle ore 17.45

Biglietto € 9,00 / 6,00 / 2,00

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.