• Home
  • EVENTI
  • Musiche stellari a Milano: laVerdi interpreta Star Wars

Musiche stellari a Milano: laVerdi interpreta Star Wars

laverdi 1

Giovedì 14 luglio, all’Auditorium di Milano, l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi ha inaugurato la stagione estiva 2016 interpretando le musiche delle colonne sonore della saga di Star Wars.

Per numero di film, estensione temporale e influenza multigenerazionale, la saga di Guerre Stellari detiene una posizione di assoluto rilievo nella cultura popolare degli ultimi quarant’anni. Ma tale successo non sarebbe comprensibile senza considerarne la dimensione musicale, che rappresenta l’anima dell’intera saga. Il regista Lucas voleva infatti che la narrazione fosse accompagnata non da musica pop, elettronica o atonale, ma da musiche sinfoniche tradizionali, come nel vecchi film d’avventura. A patire dal 1977 fino al 2016 (ma l’avventura continua!), le musiche di John Williams hanno accompagnato Star Wars in tutti i sette capitoli della saga, diventando il più coerente e imponente corpus di musica cinematografica mai composto, nonché l’unico album di musica sinfonica che abbia venduto più di quattro milioni di copie.

Dopo lo straordinario successo della scorsa stagione, l’Orchestra laVerdi è tornata a proporre un programma incentrato sugli arrangiamenti concertistici scritti da Williams. L’orchestra e il coro, rispettivamente diretti da Simone Pedroni ed Erina Gambarini, hanno magistralmente interpretato 23 pezzi tratti dai sette episodi della saga, seguendo non l’ordine cronologico di uscita dei film (Episodio IV del 1977) ma l’ordine narrativo (Episodio I del 1999). Il programma della precedente edizione è stato arricchito da due nuovi estratti dell’Episodio IV e con cinque brani dell’Episodio VII “Il risveglio della forza”, distribuito nelle sale quest’anno.

LaVerdi è l’unica orchestra europea a proporre tali colonne sonore nella loro interezza, valorizzando la loro potenza espressiva e drammatica. Le musiche per film di John Williams, infatti, come quelle di Nino Rota o di Ennio Morricone, possiedono un valore intrinseco che rende le composizione autonome anche laddove sono slegate dalle immagini per cui sono state pensate. La musica non ha qui un semplice ruolo di accompagnamento, ma riesce a farsi organo di memoria e immaginazione, permettendo allo spettatore una magica rievocazione e ricostruzione dei momenti clou della saga di Star Wars in meno di due ore. Guardare un film a occhi chiusi è possibile!

L’inizio è da brividi. Il “Main Title”, votato dall’American Film Institute come miglior Film Score di tutti i tempi, si presenta con un deflagrante accordo fortissimo di tutta l’orchestra, coincidente nei film con la mastodontica apparizione sullo schermo del titolo STAR WARS. Il secondo pezzo è l’Anakin’s Theme, il coraggioso bambino che si trasformerà in Darth Vader; qualunque fan della saga conosce l’esito di questa trasformazione, che viene infatti prefigurata dal tema musicale: la dolcezza e innocenza della melodia sono infatti turbate da un’armonizzazione sempre più instabile che conduce all’emergere dal ritmo del tema di Darth Vader, che esplode apertamente nel finale.
I brani restanti evocano, uno dopo l’altro, i nostri eroi: dalla placida melodia dello Yoda’s Theme, che trasmette la serafica saggezza dell’anziano maestro Jedi, all’umoristica cadenza del brano del goffo Jar Jar, dallo sgangherato jazz alieno della Cantina Band al passionale tema d’amore fra Luke e Leila (compositore e spettatori ancora non sapevano che erano fratelli!). A giudicare dagli applausi degli spettatori, il momento più emozionanti è però la Marcia Imperiale, una minacciosa marcia in minore con struttura armonica volutamente “innaturale”, per trasmettere il carattere artificiale e inumano del cyborg Darth Vader. La nobile marcia finale, che celebra la vittoria nella battaglia contro l’Impero, precede la musica dei titoli di coda, che offre una perfetta ricapitolazione musicale di tutto il concerto, mentre sotto il palco sfilano Darth Vader, Han Solo e altri cavalieri Jedi, interpretati dai figuranti della “Legione 501 Italica Garrison” e della “Rebel Legion Italian Base”, i due gruppi di costuming Star Wars ufficializzati dalla Lucasfilm.

laverdi 2

Per chi si fosse perso il concerto, le repliche sono previste per venerdì 15 alle ore 20.00 e domenica 17 alle ore 18.00. Ma la stagione estiva dell’Auditorium è appena iniziata. Il prossimo appuntamento “Cineconcerts” si terrà giovedì 21 luglio (repliche venerdì e domenica), con la proiezione de Il Padrino di Francis Ford Coppola e l’esecuzione delle musiche di Nino Rota sotto la direzione di John Jesensky. L’omaggio al mondo del cinema proseguirà con le colonne sonore di Hitchcock e dei grandi film di Superereoi, mentre per gli appassionati di John Williams è previsto un tributo giovedì 25 e domenica 28 agosto, con colonne sonore tratte, tra gli altri, da Harry Potter, Schindler’s List e Jurassic Park. Non mancheranno infine tributi a rock e pop, con le musiche di Frank Zappa, Pink Floyd, Led Zeppelin, Beatles e tanti altri. Quasi quasi a luglio e ad agosto agli appassionati di musica converrà posticipare le vacanze e restare in città!

I prezzi dei biglietti variano dai 15 ai 35 euro, ma i più giovani potranno usufruire dell’offerta under35 per Happy Hour + concerto il venerdì sera al prezzo complessivo di 15 euro.

 

Musiche di Star Wars
Dove: Auditorium Giuseppe Verdi, Largo Gustavo Mahler, 20136 Milano
Quando: venerdì 15 luglio ore 20.00 e domenica 17 luglio ore 18.00
Info: 02.83.389.401/402/403 – info@auditoriumdimilano.org 
 
Come arrivarci
Tram: linea 3 (fermata di fronte all’Auditorium), linea 9 (fermata Piazzale XXIV Maggio) e linea 15 (fermata Castelbarco/Giambologna)
Bus linee 59 e 71 (fermata di fronte all’Auditorium)
Filobus linee 90 e 91 (fermata Tibaldi/Meda)
 
 
Leggi anche
 

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.