• Home
  • BENESSERE
  • Meningite, Lorenzin: il vaccino l’unico modo per difendersi

Meningite, Lorenzin: il vaccino l’unico modo per difendersi

meningiteA seguito delle ultime vicende di cronaca, l’allarme meningite è tornato nuovamente alla ribalta.

A Milano la scorsa settimana, una ragazza di 24 anni è deceduta dopo aver contratto un’infezione da meningococco C, mentre pochi giorni fa è toccato ad una giovane ragazza romana di soli 18 anni, di ritorno dalla Giornata Mondiale della Gioventù svoltasi a Cracovia.

La gravità dei due episodi ha riportato nuovamente l’attenzione su una malattia per cui al momento non esistono ancora certezze di guarigione.

Come spiegato infatti dal dott. Villani, responsabile di Pediatria Generale e Malattie Infettive dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù: “anche quando la diagnosi viene fatta tempestivamente, e la terapia antibiotica praticata subito e in maniera adeguata, la possibilità di guarire completamente è inferiore al 50%”.

Al momento l’unica arma per tutelarsi contro la meningite restano soltanto i vaccini.

E’ importante sapere che contro la meningite “ci si può vaccinare a qualsiasi età anche se poi è previsto e raccomandato solo per i più piccoli”, spiega Giovanni Rezza, epidemiologo e direttore del dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto superiore di sanità.

Lo specialista specifica infatti che “i bambini ormai vengono vaccinati: dal 2005 lo sono tutti per il tipo C, i ragazzi più grandi non lo sono però, ma oggi ci sono vaccini per tutti i tipi di meningococco e anche per un’altra forma d meningite causata da un batterio diverso: il pneumococco”.

I vaccini oggi disponibili permettono di tutelarsi dalle patologie causate dall’Haemophilus influenzae di tipo B e dalle forme più frequenti causate dallo pneumococco e dai ceppi principali (A, B, C, Y, W 135) del meningococco.
Secondo gli esperti, considerare l’idea di sottoporsi al vaccino contro la meningite è fondamentale non soltanto per sé stessi ma anche per scongiurare una maggiore diffusione del batterio responsabile della malattia che potrebbe mettere a repentaglio la salute di molte altre persone.

Ogni anno infatti, si registrano in Italia 1000 nuovi casi ed 1 persona su 10 che contrae la malattia muore, mentre 3 su 10 riportano generalmente esiti gravi e permanenti.

A Milano e nel resto d’Italia è possibile rivolgersi ai centri vaccinali dell’ASL per le vaccinazioni contro la meningite da meningococco e pneumococco per adulti e bambini.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.