Crema Tortelli & Tortelli 2016

tortelli estate 2016 1Dall’11 al 16 agosto, a Crema in Piazza Aldo Moro, l’Associazione Tavole Cremasche proporrà la manifestazione Tortelli & Tortelli, che continua l’usanza della storica Tortellata Cremasca.

Storia

Saranno sei giorni dedicati alla convivialità e alla promozione dei piatti della tradizione cremasca, che hanno le loro origini nel Medioevo, con molte generazioni raccontate in una manifestazione dedicata al gusto e alla tradizione cremasca.

Anche se è il tortello a farla da padrone, il menù della manifestazione vedrà anche molti altri piatti, il tutto allietato da alcuni concerti previsti per ogni serata.

I tortelli cremaschi sono il piatto più importante della festa, vengono preparati nelle sagre patronali dei paesi, per i matrimoni, o per altre importanti ricorrenze familiari.

Si è arrivati ai tortelli tramite una graduale evoluzione, che ha portato alla trasformazione di torte in pastelle schiacciate, appunto i tortelli.

I tortelli cremaschi sono noti per il loro ripieno dolce, a base di amaretti, uvetta, cedro candito e mentine, che li ha resi il piatto tipico della città di Crema e richiedono un ingrediente particolare, il mostaccino, un biscotto speziato difficile da trovare, che si può comprare solo nelle drogherie di Crema.

Come si preparano i tortelli di Crema

Si tritano insieme 300 gr di amaretti al cacao, un mostaccino, due mentine, poi si riduce in poltiglia 100 gr di uvetta ammollata e 50 gr di cedro candito.

Aggiungete al composto un uovo, 100 gr di grana, mezzo bicchiere di marsala secco, la buccia grattuggiata di un limone, una grattatina di noce moscata, un pizzico di sale e lasciate riposare per una notte in frigorifero.

Preparate una sfoglia con 1 kg di farina, un uovo, 500 gr di acqua tiepida, 10 gr di sale e tiratela con il matterello, poi usate un bicchiere di 6 cm di diametro per ricavare dei dischi, mettete al centro 20 gr di ripieno e chiudete il tortello pizzicandolo sui bordi.

Buttate i tortelli nell’acqua appena prima che cominci a bollire, cuoceteli per 20 minuti, poi sciogliete 100 gr di burro con qualche foglia di salvia e versate questo sugo sui tortelli assieme a 100 gr di parmigiano.

I tortelli cremaschi hanno molte varianti, di solito una per famiglia.

In un caso il marsala può essere assente o sostituito da altri liquori, in altre varianti c’è la pera, altre ancora prevedono del cioccolato fondente tritato, la pasta può diventare più o meno spessa e le uova possono anche essere assenti.

Molti dicono che nella ricetta originale dei tortelli non ci sono le uova, e la pasta deve essere composta solo di acqua e farina.

In questo caso si deve aggiungere alla farina dell’acqua bollente, perché la cottura risulta più rapida.

 

Leggi anche:

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.