Hobby Api: diventa apicoltore a Milano

api milanoApi, polline, cera, propoli e miele: può succedere che ci si innamori di questo mondo e se si ha a disposizione un giardino o un balcone e tanta passione ed amore per la natura ed il mondo delle api... ci si può trasformare quasi abbastanza facilmente in un "piccolo apicoltore", anche in città a Milano. Vediamo come!

Innanzitutto è bene informarsi per conoscere di cosa stiamo parlando e fare almeno un corso base presso l'associazione apicoltori della provincia di Milano. Vi sono poi numerosi video su youtube che vi faranno capire se questo mondo fa per voi oppure se è meglio che pensiate a qualche altro hobby meno ronzante.

Ma è davvero possibile avere il proprio alveare anche se non si pratica questa attività per lavoro? E soprattutto, quanto costa avviare un alveare di api?

Come tutti gli hobby anche l’apicoltura ha i suoi costi ma è anche vero che per partire non serve tantissima attrezzatura e poi se la cosa piace e prende piede la si può acquistare strada facendo.

Le api a Milano? Si, non stiamo scherzando, l'apicoltura urbana si sta diffondendo in tutta Europa poiché basta un tetto o un giardino per avviare questo allevamento. 

Diverse associazioni di apicoltori incentivano l'allestimento di nuove arnie in città nei posti più disparati: si va dai parchi pubblici ai giardini privati per arrivare ai balconi, tetti di abitazioni e ristoranti.

Una volta deciso di ospitare a casa propria (meglio se in un ampio giardino) questi deliziosi insetti sociali, la prima cosa da acquistare è l’arnia.

ARNIA: Quale scegliere e quanto costaarnia api

Il costo di un’arnia nuova (non acquistatela usata!!) completa di melario e 10 telaini con fogli cerei si aggira sulle 120,00 euro. Vi sono diverse arnie in commercio, acquistatene una prodotta in Italia, con dimensioni standard dei telaini, ecc.

Una volta acquistata va posizionata ad una distanza minima di 5 metri dalle case vicine e ad almeno 10 metri dalle strade, preferibilmente con l'entrata dell'arnia rivolta verso sud-est. Per evitare che la traiettoria di uscita delle api invada direttamente il giardino vicino possiamo costringerle a volare in altezza semplicemente posizionando una siepe che le fa alzare in volo in verticale. 

apicoltura urbana milanoLe Api pungono: come proteggersi

Sembra ovvio, ma visto che avvicinandosi all'arnia si rischia di essere punti, un attrezzo indispensabile è la maschera da apicoltore e i guanti che devono essere possibilmente di colore chiaro.

E' possibile acquistare solo la parte superiore, a camiciotto, o a tuta, con prezzi che si aggirano tra le 20 e le 60 euro. Altro strumento comune a tutti gli apicoltori è l’affumicatore che si acquista con una quindicina di euro ed una leva per sganciare i telaini. (costo circa 10 euro).
Ricordiamo che l'ape, a differenza della vespa, quando punge muore, per questo motivo l’ape ci pensa tre volte prima di pungere e lo farà solo se necessario, come estremo sacrificio per la difesa della sua comunità.

Attrezzi utili

Altre cose utili da mettere in nota sono la griglia escludiregina per evitare che la regina (che è più grande delle altre api) riesca a salire al melario e deporre qui le uova, cosa che inficerebbe la smielatura. (costo circa 10 euro). L'apiscampo invece è una griglia che viene posizionato tra il nido e il melario il giorno prima della smielatura in modo che possiamo trovare il melario senza api (possono solo andare in direzione del nido). (costo circa 10 euro)

Comprare le apiape

Ora che abbiamo acquistato ed installato la casetta per le api non ci resta che popolarla ed anche qui si può ricorrere ad internet per farsi spedire un pacco di api capitanate da un’ape regina (al costo di circa 100 euro) Un chilo di api equivale a circa 10.000 api.

Come si prende il miele

Eccoci arrivati al momento in cui, se abbiamo gestito bene il nostro alveare, possiamo raccogliere il miele in surplus che le nostre amiche api avranno riposto nei melari. Si tolgono quindi i telaini colmi di miele e ci servirà un coltello apposito per eliminare il tappo di cera che racchiude il miele nelle cellette opercolate. Successivamente ci servirà uno smielatore che è nient'altro che una centrifuga che girando velocemente facilita l'uscita del miele dai favi e lo convoglia in un cestello dove sarà filtrato. Il costo di uno smielatore casalingo manuale si aggira sulle duecento euro circa.

Per ulteriori informazioni vi segnaliamo tutte le associazioni apicoltori della Lombardia:

  • Associazione produttori apistici provincia di Varese, via Magenta 52 a Varese
  • Associazione apicoltori bergamaschi via G. da Campione 22 a Bergamo
  • Associazione Produttori Apistici della Provincia di Bergamo Via Pizzo Redorta, 20b - Bergamo
  • Associazione produttori apistici sebini e valli confluenti 1, v. f.lli Pellegrini Lovere BG
  • Associazione apicoltori della valle Camonica via Leonardo da Vinci 8 Darfo Boario terme BS
  • Associazione apicoltori pavesi (ASAP) via Emilia 74 Voghera PV
  • Associazione produttori apistici bresciani (APAB) via Einaudi 11 Brescia
  • Associazione produttori apistici della provincia di Brescia via Rovigo 20 Brescia
  • Associazione produttori apistici della provincia di Como via dei Mille 8 Como
  • Cooperativa apicomo v. Morazzone 12/14 Como
  • Associazione produttori apistici della provincia di Mantova c/o s.p.a.f.a. p.zza Martiri Belfiore 7 Mantova
  • Associazione produttori apistici delle province di Milano e di Lodi viale Isonzo, 27 Milano
  • Associazione produttori apistici di Como e Lecco via dei Mille, 8 Como
  • Associazione Produttori Apistici di Sondrio via Carlo Besta 1 - Sondrio
  • Api Sondrio Società Cooperativa via Carlo Besta 1 - Sondrio

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.