• Home
  • EVENTI
  • "Amatriciana freestyle": la solidarietà è anche culinaria

"Amatriciana freestyle": la solidarietà è anche culinaria

amatricianafreestyle

Sabato 17 settembre 2016 a partire dalle ore 17 l'ex Convento dell'Annunciata di Abbiategrasso (via Pontida 1) ospiterà "Amatriciana freestyle", l'evento culinario benefico organizzato dall'associazione benefica Maestro Martino dello chef Carlo Cracco. Con l'aiuto della Croce Rossa italiana questa manifestazione ha l'obiettivo di raccogliere fondi da destinare alle zone colpite dal terremoto.

Il programma di "Amatriciana freestyle"

Sarà una serata all'insegna del buon cibo quella de "Amatriciana freestyle", dove, come suggerisce il nome stesso, la regina indiscussa sarà la pasta simbolo di una delle zone colpite dal sisma del 24 agosto 2016: l'amatriciana appunto. L'apertura avverrà alle 17 con il presidente della Croce Rossa Italiana-Comitato di Milano, Luigi Maranghini Garrone che parlerà dello stato attuale dei lavori presso le zone terremotate e sarà affiancato nel suo intervento da Pierluigi Arrara - sindaco di Abbiategrasso - e dal Presidente del Parco del Ticino, Gian Pietro Beltrami. 

A seguire lo show cooking di Carlo Cracco porterà i visitatori alla scoperta delle tradizioni culinarie di Amatrice e dei prodotti tipici del territorio limitrofo. La quota di ingresso richiesta è di 20€, denaro che sarà interamente devoluto dall'associazione Maestro Martino alla Croce Rossa Italiana come fondo destinato agli abitanti colpiti dal terremoto

Inizierà poi la kermesse "Amatriciana freestyle", dove ai cuochi verrà lasciata la libertà di re-interpretare questo piatto conosciuto a livello internazionale. Dal risotto all'AMAtrice della chef Sara Preceduti alll'Amatriciana nel Macaron della chef Lucia Tellone; dalla Pasta Costiera Amatriciana della chef Fabiana Scarica, a Una Am'Atriciana ...da ricostruire dello chef Andrea Provenzani: questi sono solo alcuni dei nomi dei piatti e dei cuochi che prenderanno parte a questa manifestazione culinaria benefica. 

Gli chef professionisti saranno affiancati dai dodici studenti scelti per il progetto dell'Ambasciata del Gusto 2016. Lo scopo è quello di dare una formazione il più possibile completa e ampia a queste giovani promesse del panorama culinario italiano, nonché di portare alla conoscenza del pubblico le prelibatezze gastronomiche a Marchio Parco del Ticino, i cui produttori forniscono le materie prime che consentono la realizzazione di "Amatriciana freestyle". Un'altra importante aiuto viene dal Caseificio Arioli che ha stretto una collaborazione con i lavoratori di formaggio delle zone terremotate e che durante l'evento del 17 settembre allestirà un banchetto con assaggi di latticini. I ricavati dalla vendita di questi ultimi verranno interamente devoluti ai produttori laziali.  

 

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.