• Home
  • BENESSERE
  • Settimana Europea della Mobilità Sostenibile: vita sana

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile: vita sana

settimana europea mobilitaDal 16 al 22 settembre, in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, tornano alla ribalta i consigli e i suggerimenti per una vita sana, attiva e all’insegna della sostenibilità ambientale.

Regina dell’iniziativa non potrebbe che essere la bicicletta, il cui utilizzo è costantemente sollecitato per ridurre i livelli di polveri sottili nell’aria, godendo al tempo stesso di benefici tutt’altro che trascurabili per il nostro benessere.
Andare in bici è infatti un vero e proprio toccasana per il nostro organismo che ci consente di restare in forma, bruciare i grassi e mantenere in allenamento il sistema cardiovascolare.

Quest’ultimo è spesso messo a dura prova dalla classica vita sedentaria da ufficio, sempre più causa principale di disturbi cardiocircolatori, diabete, obesità, insufficienza venosa e persino di alcuni tumori.
Ma gli effetti positivi dell’esercizio fisico ed in particolar modo dell’utilizzo della bicicletta sono riscontrabili anche da un punto di vista psichico con benefici evidenti sull’umore, dal momento che, stare in sella favorisce la produzione delle endorfine, i cosiddetti “ormoni della felicità”.

Attenzione però: tali effetti positivi sono riscontrabili soltanto se si pedala per almeno un’ora. Via libera quindi alle più salutari due ruote a discapito dell’auto.
Ad avvalorare questa tesi vi è il Protocollo nazionale sottoscritto a Modena da Rete Città Sane Oms e da Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) impegnati nella promozione della mobilità sostenibile a vantaggio dell’uomo e dell’ambiente.

Per i più scettici, un’ulteriore conferma giunge anche da Umberto Veronesi, il quale ha evidenziato che: “sicuramente la prima parte del corpo che giova dell'allenamento in bicicletta è il cuore, per questo può essere considerata un vero anti-ipertensivo naturale. E i benefici non finiscono qui. La bicicletta è infatti capace di migliorare la circolazione venosa e linfatica a livello degli arti inferiori, ma anche a tonificare”.
Gli incentivi per l’utilizzo della bicicletta si moltiplicano costantemente grazie ai servizi di bike sharing, all’implementazione di nuove piste ciclabili, ma soprattutto grazie a progetti ambiziosi, come quello in arrivo a Milano sull’esempio francese.

Secondo quanto annunciato da Pierfrancesco Maran, Assessore alla Mobilità e all’Ambiente, mediante un accordo tra governo ed aziende, sarà possibile rimborsare i lavoratori che si spostino in bici con un incentivo di 25 centesimi per ogni chilometro percorso. Gli spostamenti su due ruote saranno monitorati e testimoniati da un’applicazione appositamente predisposta per la rilevazione ed il relativo rimborso, il tutto a beneficio della salute, dell’ambiente e perché no anche del portafogli.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.