• Home
  • ARTE
  • Giornate Europee del Patrimonio, visite a musei e gallerie a 1 euro

Giornate Europee del Patrimonio, visite a musei e gallerie a 1 euro

giornateeuropeeSabato 24 e domenica 25 settembre 2016 tornano le Giornate Europee del Patrimonio. Il Consiglio d'Europa e la Commissione Europea promuovono sin dal 1991 questa iniziativa, volta a costituire un ponte e una forma di dialogo fra la cultura, l'arte e il patrimonio di tradizioni dei diversi Paesi che fanno parte della UE. 

Le Giornate Europee del Patrimonio: il programma di Milano

Anche il capoluogo lombardo aderisce all'iniziativa delle Giornate Europee del Patrimonio. L'edizione del 2016 verterà sul tema proposto dalla Convenzione di Faro - una Convenzione quadro del Consiglio d'Europa stipulata nel 2005 - che riguarda il valore e l'importanza dell'eredità culturale per la società. Anche in questa occasione, come ogni anno, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha deciso di partecipare all'iniziativa. Oltre agli organi culturali statali aderiscono al progetto anche numerosi associazioni ed enti privati, musei civici, gallerie, tutti mossi dal comune intento di mostrare e far conoscere al grande pubblico la ricchezza e la vastità del patrimonio italiano. 

Nella giornata di apertura - sabato 24 settembre - ci sarà un'iniziativa da non perdere: mentre nel corso della giornata gli orari di apertura ed i costi rimarranno quelli ordinari, per tre ore durante la sera ci sarà invece un'apertura straordinaria il cui costo è simbolicamente di 1€. A Milano saranno diversi i musei e le gallerie che aderiscono alle Giornate Europee del Patrimonio. Da Palazzo Morando al Museo del Novecento, dal Museo delle Culture al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci e molti altri. Anche le esposizioni saranno varie: il Castello Sforzesco propone delle visite guidate gratuite al Museo della Pietà Rondanini – Michelangelo e “Le Merlate.” I suggestivi e panoramici camminamenti di ronda e le antiche torri; il Museo archeologico offre invece al proprio pubblico la suggestiva mostra "Alla scoperta delle nostre radici"; "Figli di tutti, figli di nessuno" è invece la proposta del Museo Martinitt e Stelline. 

Vista la grande affluenza della scorsa edizione, ben oltre le aspettative con oltre 380.000 visitatori nei soli luoghi statali, è tanta l'attesa anche per questa edizione 2016 delle Giornate Europee del Patrimonio, soprattutto per il valore e l'importanza concreta che questa iniziativa promuove in tutto il territorio europeo. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.