• Home
  • CRONACA
  • Accessibilità urbana: Milano conquista l’Access City Award 2016

Accessibilità urbana: Milano conquista l’Access City Award 2016

access city milanoDopo i successi di Gotenborg, Berlino e Salisburgo, quest’anno è Milano ad aggiudicarsi l’Access City Award 2016, il prestigioso riconoscimento assegnato su base annuale dall’Unione Europea alle città più sensibili al tema dell’accessibilità urbana per persone con ridotta mobilità.

Nonostante l’importante traguardo raggiunto, nella capitale meneghina l’intento principale resta quella di incrementare ancora di più i servizi ed abbattere ulteriormente i classici “muri” cittadini che rendono notoriamente problematica la quotidianità di un disabile.
Per farlo, il prossimo step in programma è il cosiddetto “chilometro facile”, ovvero un’area del centro che si estende per circa un chilometro e che racchiude al suo interno i principali servizi di prima necessità, tra cui in prevalenza uffici pubblici, ospedali, tribunale ed università.

Quella che è stata in un certo senso ribattezzata la task force dell’accessibilità, costituita dal Comune di Milano e dalle associazioni riunite in un tavolo permanente, intende porre al centro della questione la necessità di realizzare una vera e propria isola senza barriere per quanti sono affetti da disabilità motorie e sensoriali.
Il punto di partenza per quest’ambizioso progetto è il documento approvato precedentemente dalla giunta Pisapia che ha notevolmente contribuito all’assegnazione del premio dell'Unione Europea e che ora attende di trasformarsi in realtà.

Ma il prestigioso riconoscimento italiano ottenuto grazie all’amministrazione virtuosa di Milano, trova il suo rovescio della medaglia nelle cattive prestazioni riscontrate invece a Roma.
Nella capitale infatti, troppo spesso rampe, scivoli e parcheggi riservati sono occupati da chi non ne avrebbe ovviamente il diritto, costringendo i cittadini disabili ad impossibili slalom e il più delle volte a restare letteralmente bloccati senza possibilità di movimento.
A nulla sono servite finora le numerose multe siglate dal comune di Roma per arginare il problema, ma l’intento resta sempre quello di migliorare la situazione e tornare nuovamente alla ribalta internazionale per importanti riconoscimenti come quello assegnato quest’anno a Milano.

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.