• Home
  • ARTE
  • Castello di Vigevano, Venerdi 7 Ottobre 2016: inaugurazione del Museo Internazionale della calzatura e dello ShoeStyle Lab

Castello di Vigevano, Venerdi 7 Ottobre 2016: inaugurazione del Museo Internazionale della calzatura e dello ShoeStyle Lab

Gli ingredienti per una favola ci sono tutti: un cavaliere generoso, un castello, una collezione di scarpe che farebbero la gioia di Cenerentola e la magia della creatività dell’artigianato Italiano.

museo calzatura vigevano scarpa gioiello anni 20 30

Il Cavaliere è Pietro Bertolini, nato a fine ‘800 inizia a fare il ciabattino come ripiego in seguito ad un infortunio, li trova la sua passione e ne costruisce un impero, la “Ursus – Calzaturificio Bertolini & Magnoni” e la “Ursus Gomma-Manifattura prodotti gomma”.

Da vero Cavaliere, Bertolini si impegna in prima persona per i più bisognosi con donazioni ai poveri promuovendo la creazione della Cooperativa Operai Ursus.

Nel 1948, convinto sostenitore dell’importanza dell’artigianato locale, dona la sua ricca collezione di calzature al Comune di Vigevano.

Oggi la collezione è conservata presso il Castello di Vigevano, che con la Piazza Ducale, la loggia delle Dame, la Falconiera, le scuderie è, per estensione, uno dei più grandi complessi fortificati d'Europa.

Negli anni si sono aggiunti molti pezzi prestigiosi, dalle pianella di Beatrice D’Este (precorritrici delle zeppe) ai modelli dei più famosi designer contemporanei.

Spiccano tra gli altri, un paio décolleté verdi appartenute a Marilyn Monroe e un esemplare unico di scarpa-gioiello, in pelle e argento, risultato della collaborazione tra un calzolaio e un orefice.

Ma parliamo dell’immancabile tacco a spillo: sapevate che è una creazione tutta italiana ?
Quando alla fine della seconda guerra mondiale, Christian Dior inventa il “new look”, costituito da abiti romantici e femminili, nasce l’idea di una scarpa dal tacco esile e slanciato, ma le prime realizzazioni in legno si spezzavano facilmente. Il problema viene brillantemente risolto dai calzaturieri vigevanesi con un tacco con la metà superiore in legno e la base d’appoggio in alluminio, molto più resistente.

Ad oggi il museo ospita circa 3600 esemplari, dei quali 400 vengono esposti a rotazione nelle sale.
Proprio per favorire questa continua trasformazione, lo studio Migliore+Servetto Architects ha riorganizzato l’allestimento. E’ stato realizzato un percorso animato di grafica e di luci, arricchito da postazioni multimediali che permettono di approfondire di volta in volta la storia e le caratteristiche del modello di maggiore interesse per il visitatore.

E la fiaba continua verso il futuro con ilFab Lab della creatività calzaturiera”, a disposizione di studenti di moda e di appassionati per realizzare in concreto i propri sogni creativi attraverso la collaborazione con artigiani e aziende del settore, anche grazie a moderni software per la modellazione 3D e relative stampanti.

Per tutti gli appassionati di storia e di moda, una visita imperdibile e un’ottima scusa per organizzare una gita nella bella Vigevano.

Ingresso gratuito
Dal martedì al venerdì: dalle ore 14:00 alle ore 17:30
Sabato, domenica e giorni festivi: dalle ore 10:00 alle ore 18:00
Lunedì: Chiuso

Leggi anche:

Come avere piedi perfetti

Il lato eccitante delle Scarpe

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.