Tifosi rossoneri divisi sul no a Maldini

paolo maldiniSul rifiuto di Maldini di entrare nei quadri dirigenziali milanisti, i tifosi rossoneri sono divisi.

Il vostro cronista visita i maggiori Milan club della Lombardia e registra pareri contrastanti.  Diversi approvano la scelta dell'immortale ex terzino, ma altri rimarcano la sua inesperienza, facendo intendere come una sua "disponibilità in prova" sarebbe stata più gradita. 

Alcuni, poi,  sottolineano l'intempestività dell'offerta di Fassone, formulata dopo l'ingaggio di Mirabelli.  Scandisce Stefano, di Milano: "Si poteva contattare Paolo prima di Mirabelli,  così l'han  fatto sentire.. quasi inutile". 

"Però  -  incalza  Ginevra,  una tifosissima di Varese -   Maldini  poteva  metterci coraggio e accettare, lanciando una sorta di sfida al duo ex interista in caso di profonde divergenze". 

"Ormai è acqua passata - afferma, sconsolato, Paolo, comasco -. Un'occasione persa per i cinesi. Ma non è che  dietro  abbia  operato la manina di Galliani, vista la sua aperta antipatia, per altro ricambiata, verso Maldini?". Una  riflessione provocante, questa, alla  quale nessuno  ha  fatto riferimento.

I rappresentanti storici della curva  pensano  piuttosto ad una mossa astuta di Fassone  per  crearsi un  alibi. "Certo  -  sibilano quasi in coro -  Paolo  sarebbe  stato  la 'bandiera'  ideale  per  la rifondazione  e avrebbe  riacceso in molti  simpatizzanti rossoneri  la passione  per il Diavolo".

Gli irriducibili auspicano una ripresa del dialogo.  Ma - francamente - allo stato attuale ciò sembra improbabile. 

Per ora i tifosi rossoneri dovranno accontentarsi di Franco Baresi, icona discreta del Milan invincibile costruito da Berlusconi.

In attesa dei cinesi e sperando che costoro non cooptino anche Moratti accanto al Cavaliere.

Gaetano  Tirloni

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.