• Home
  • CRONACA
  • Elezioni Presidenziali USA. I dieci motivi della sconfitta di Hillary Clinton

Elezioni Presidenziali USA. I dieci motivi della sconfitta di Hillary Clinton

trump clinton

Donald Trump  è  il nuovo presidente  degli Stati  Uniti. A  sorpresa. perché  i  sondaggi  lo  davano  perdente. La  sconfitta Hillary Clinton ha cercato, dopo ore di silenzio, di far buon viso a cattiva sorte, palesando un  controllo artefatto.  I  corrispondenti dagli U.s.a., infatti, la danno imbufalita  e, ancor più,  molto sorpresa, sicura com'era di sedere alla Casa  Bianca.

Si rincorrono  le  analisi  e  le  giustificazioni sui motivi della sua disfatta.  Cerchiamo di sintetizzarli in dieci flash.

1) Ha fatto affidamento sul voto degli afro-americani ma costoro,  disertando in maggioranza le urne, han creato un vuoto di preferenze  notevole.

2) Hillary, pur avendo il sostegno della  quasi totalità dei media, non è mai entrata nel cuore degli americani che l'hanno percepita lontana dai loro bisogni.

3) Nemmeno  sugli ispanici  ha potuto  contare, nonostante  la regolarizzazione "sospetta" di migliaia di costoro negli ultimi mesi da parte dell'amministrazione Obama.

4) Il suo staff ha sottovalutato  Trump, ritenendolo una macchietta a metà strada fra Reagan e Berlusconi. Dimenticando che il primo si è imposto su Carter, strapazzandolo, e il secondo si è permesso di metter all'angolo un pugile forsennato come la sinistra italiana.

5) La Clinton ha  puntato su temi che pur occupando ogni giorno le prime pagine dei giornali e le aperture dei telegiornali, in realtà non sono  percepiti dalle persone  come  fondamentali. Parliamo dei diritti degli omosessuali in primis.

6) I cattolici americani l'hanno abbandonata in massa, seguendo le indicazioni - implicite - dell'episcopato,  feroce avversario dei cosidetti temi  pregnanti sbandierati dall'ex first lady.

7) Le  sue  posizioni  in  politica  internazionale hanno spaventato molti, quasi che un conflitto con Putin fosse  dietro l'angolo.  E, in aggiunta, i suoi flop come segretario di stato, in materia, si son aggiunti alle percezioni ostili.

8) L'America rurale e della provincia, da sempre contraria ai progressisti, si è volta in massa verso Trump. facendo, alla fine, la differenza.

9) La sua sconfitta è una lezione per il giornalismo militante  - in  particolar modo d'oltre Atlantico, ma non solo - il quale ha abbandonato  l'obiettività  per  uno schieramento ideologico lontano dalla realtà.

10 ) Anche i sondaggisti dovrebbero rivedere le loro tecniche di rilevazione. Non è la prima volta che fanno figuracce, ma quest'ultima è un invito alla riflessione profonda.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.