La Barbie diventa curvy in onore di Ashley Graham

Barbie curvy

 

Il gigante Mattel ha voluto onorare la donna dell'anno, la modella curvy Ashley Graham con una Barbie "One of a kind" che le è stata consegnata in occasione di un evento fashion a Los Angeles.

Grazie ad Ashley Graham si sono rotti gli schemi nel mondo della moda, si è sottolineata l'importanza dell'accettazione del proprio corpo e della forza femminile. La modella ha dimostrato che si possono sfidare gli standard di bellezza imposti dall'industria moda, ha voluto ricordare a tutta la popolazione femminile di sfruttare il proprio potenziale per raggiungere il proprio scopo.

"Dobbiamo lavorare insieme per ridefinire l'immagine della bellezza globale e per ottenere una realtà più tollerante e sensibile", ha detto Ashley Graham. "Sono felice che Barbie non sia stata presente solamente con il suo prodotto, ma che abbia scelto di sostenere le battaglie delle donne rivolte al cambiamento. E' un onore essere stata scolpita nella plastica".

Ashley ha richiesto nello specifico che avesse le cosce che si toccassero, senza gap quindi, e anche la cellulite, difficile da ricreare sulla plastica. Il risultato è una bambola con fianchi pronuciati, gambe tornite e lato B evidente.
La Barbie indossa un outfit che la star ha sfoggiato in passato: abito aderente glitterato di Opening Ceremony, giacca denim di Sonia Rykiel e stivaletti in vernice di Pierre Hardy. Lisa McKnight General Manager di Barbie ha detto: "Ashley Graham è una vera innovatrice. E' riuscita a spronare sia donne, che ragazze più giovani a trovare la bellezza in loro stesse".

Quest'anno Barbie si è impegnata ad essere ancora più vicina alle nuove generazioni, aggiungendo alla collezione altre tre corporature differenti, con la speranza che la collaborazione con Ashley possa avere un impatto forte e duraturo.

Infatti non è la prima iniziativa speciale della Mattel, in verità dall'inizio di quest'anno, Barbie ha lanciato una nuova linea di Fashionistas introducendo tre nuovi tipi di bambole: tall, curvy e petite, sette tonalità di carnagione, 24 acconciature e una varietà infinita di abbinamenti fra abiti e accessori.

Audrey Hepburn ha detto: “La bellezza di una donna non dipende dai vestiti che indossa né dall'aspetto che possiede o dal modo di pettinarsi. La bellezza di una donna si deve percepire dai suoi occhi, perché quella è la porta del suo cuore, il posto nel quale risiede l'amore”. Ricordiamocelo, quando non ci sentiamo abbastanza belle per qualcuno forse è perché quel qualcuno non ci fa sentire belle abbastanza!

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.