• Home
  • EVENTI
  • Natale tra i presepi a Castell’Arquato

Natale tra i presepi a Castell’Arquato

presepi castell arquatoDall’8 dicembre al 22 gennaio 2017 nel centro medievale di Castell'Arquato, in provincia di Piacenza e Bandiera arancione del Touring Club, Borgo dei Gioielli d’Italia e tra i Borghi più belli d'Italia, si potranno ammirare cento presepi in un percorso unico, tra allestimenti meccanici, della tradizione, d'artista e mostre collettive. 

Nel Palazzo del Podestà, in Piazza Municipio, la mostra Presepi nel Mondo diventerà un viaggio attraverso scenari inconsueti, mentre nelle Grotte di Santo Spirito in via della Riva la mostra Natale, la tenerezza di Dio sarà dedicata a una dimensione più familiare e intima.

L'origine del presepio

La memoria della nascita di Gesù si tramanda oggi anche con la tradizione del presepio, che secondo la leggenda è attribuita a San Francesco.

La tradizione agiografica dice che Francesco, mentre era in Terra Santa, visitò Betlemme e, portando con sé il ricordo della Città dove era nato il Salvatore, riprodusse la Natività nella famosa Notte di Natale presso Greccio.

Infatti, Francesco, desideroso di far vivere ai fedeli l'esperienza del Figlio di Dio, umiliato e incarnato in forma umana, lavorò a questa rappresentazione, raccontata nelle biografie del Santo sia da Tommaso da Celano che da Bonaventura da Bagnoregio. 

L’amore del santo umbro per il Natale e la sua devozione all'immagine della natività, trovò la sua massima ispirazione nel Mistero dell'Incarnazione, dove riconosceva l'umiltà della nascita del Messia.

Francesco vede poi questo rinnovarsi nel sacramento dell'Eucarestia, dove Gesù arriva ogni giorno attraverso le mani del sacerdote.

Nel racconto si dice che Francesco, nella notte del 25 dicembre 1223, preparò la celebrazione Eucaristica e al presepe con l’amico Giovanni Velita per capire e dire “in qualche modo vedere con gli occhi del corpo i disagi in cui si è trovato per mancanza delle cose necessarie a un neonato”.

Alla Notte Santa, Francesco insieme ai frati e ad alcuni fedeli si recò nel luogo pronto con la mangiatoia, il fieno, l'asino e il bue.

Dopo un discorso, il santo mostrò il Bambino sul fieno e l'evento miracoloso scosse gli animi e i cuori dei più che vennero toccati dall'esperienza fatta, simbolo del Mistero dell'Incarnazione.

La devozione della spiritualità francescana, ha sviluppato l'uso di rappresentare il Presepe, per una pratica che è arrivata fino ai giorni nostri. 

Gli eventi a Castell'Arquato

L’albero di Natale a Castell’Arquato sarà il protagonista di un contest per premiare il migliore e più originale.

Il borgo in veste natalizia festeggerà venerdì 8 dicembre la terza edizione di Winterland, dove si potrà passeggiare tra le vie acciottolate dell’antico borgo alla scoperta dei mercatini di artigianato natalizio e gustare specialità tipiche gastronomiche in versione street food, tra musica e intrattenimenti per i più piccoli.

Un dolce appuntamento per i più golosi è presso l’Enoteca Comunale in Piazza Municipio, infatti, i maestri pasticceri della Val d’Arda si sfideranno in una gara sul più tradizionale dei dolci natalizi, il panettone.

Nella Rocca Viscontea verrà allestito per tutta la giornata il kisser set fotografico, in versione bacio sotto il vischio, oltre alla visita guidata a lume di candela Christmas in Love, prevista verso le 17, per le coppie più romantiche.

 

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.