• Home
  • EVENTI
  • A gennaio 2017 a Milano arriva lo spettacolo Chi è il vero italiano?

A gennaio 2017 a Milano arriva lo spettacolo Chi è il vero italiano?

chi vero italiano 1Da ottobre 2016, Mare culturale urbano ha ospitato la residenza artistica del collettivo olandese Wunderbaum, che dal 2001 realizza performance e progetti con il coinvolgimento attivo della cittadinanza, in spazi teatrali e non solo.

Prima coproduzione internazionale di Mare, Chi è il vero italiano? è l’epilogo del lavoro di ricerca della compagnia sul territorio e dell’incontro con il quartiere.

La performance sarà proposta in via G. Gabetti 15 a Milano dal 12 al 22 gennaio 2017 e a Rotterdam in febbraio, mentre l’ingresso sarà a offerta libera e consapevole.

Lo spettacolo

Giovedì 12 gennaio dopo il debutto dello spettacolo, la serata proseguirà con uno speciale dj set dei re dell’Italo Disco Florentijn Boddendijk e Remco de Jong, autori ed esecutori delle musiche di scena.

Chi è il vero italiano? è uno sguardo su un’assemblea di condominio, un incontro possibile ma assurdo tra vicini e vicine di casa, aperto allo sguardo di spettatori e spettatrici.

Lo spettacolo è stato ideato e creato da Marleen Scholten di Wunderbaum con nove abitanti del quartiere coinvolti nel progetto in questi mesi, Nadia Alloggio, Angelo Carnevali, Walter Carluccio Cabrera, Naby Eco Camara, Angela Felicita Bonu, Luciana Lodi Rizzini, Edda Lo Russo, Paolo Mastromo, Michele Traficante e la collaborazione drammaturgica di Silvia Bottiroli.

In scena la musica sarà eseguita dal vivo da Remco de Jong e Florentijn Boddendijk, mentre le scenografie sono di Maarten van Otterdijk.

La performance è nata dall’esperienza personale di Marleen Scholten recentemente trasferitasi da Amsterdam a Milano, che si è trovata nella nuova condizione di straniera in una grande metropoli come Milano. Marleen si è interrogata su quale fosse ora la sua identità e “Per conoscere l’Italia devi andare a un’assemblea di condominio: è lì che si vede chi è il vero italiano” le ha detto un suo vicino di casa. Così Marleen ha iniziato a frequentare le assemblee del suo palazzo, cercando possibili risposte a su chi fossero i veri italiani e le vere italiane.

Il collettivo Wunderbaum

La ricerca artistica di Wunderbaum, collettivo di performer olandesi e fiamminghi insieme dal 2001, è incentrata sulla creazione della comunità, The New Forest, un ecosistema di relazioni in cui pensare e creare fuori dagli schemi prestabiliti.

Protagonisti, infatti, oltre ai performer del gruppo stabile, sono le cittadine e i cittadini, professionisti e professioniste provenienti da diversi ambiti, dall’architettura all’ecologia, dalla politica alla sociologia, dal diritto alla letteratura.  

Pur affrontando tematiche importanti e complesse, il linguaggio della compagnia è dotato di un umorismo che sconfina nell’assurdo.

Gli esiti pubblici di progetti e performance avvengono per lo più in luoghi non solo teatrali, occupando lo spazio urbano e infiltrandosi nella quotidianità della gente.

Ciò permette alla compagnia di incontrare ogni volta nuovi spettatori, attirando l’attenzione di chi non frequenta le sale teatrali e rendendo protagonisti delle persone che, in alcuni casi, non lo avevano nemmeno previsto.

Partendo dalla ricerca e dalla pratica teatrale, Wunderbaum realizza collettivamente la scrittura scenica dei suoi progetti performativi dall’Europa al Nord America, dal Medio Oriente al Sud America.

Negli anni ha preso parte a importanti festival internazionali, come Theater der Welt, Under the Radar (Los Angeles), The Wiener Festwochen, Tempo Festival (Rio de Janeiro), Ruhrtriennale e Holland Festival.

Il gruppo ha ricevuto il Mary Dresselhuys Award e il VSCD Proscenium Award, oltre che il Total Theatre Award al Fringe Festival di Edimburgo nel 2014.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.