• Home
  • MOSTRE
  • Speciale Arte Fiera 2017. Le mostre di Art City Bologna

Speciale Arte Fiera 2017. Le mostre di Art City Bologna

Nel 2017 Art City Bologna torna ad affiancare Arte Fiera nel segno di una collaborazione ancora più ampia con la città.

art city bologna programma mostre eventi speciali arte fiera tiziana leopizzi1 nuova sezione progettuale, 13 progetti speciali per la città, 55 luoghi, 100 appuntamenti. Dal 27 al 29 gennaio 2017 a Bologna arriva la quinta edizione Art City Bologna, il programma di eventi speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere, coordinato dall’Istituzione Bologna Musei in occasione di Arte Fiera.

Mostre, progetti espositivi, incontri, proiezioni cinematografiche, azioni performative e tante iniziative per bambini che rafforzano il ruolo culturale della mostra-mercato italiana dedicata all'arte moderna e contemporanea.

Nel 2017 l’impegno per la realizzazione di un cartellone unitario di iniziative a disposizione di appassionati d’arte, cittadini e turisti per offrire una proposta culturale sempre più integrata. Nasce, quest’anno la nuova sezione progettuale ART CITY Polis in cui rientrano rassegne e interventi di artisti contemporanei concepiti in dialogo con le caratteristiche peculiari degli spazi espositivi e dei luoghi storici in cui si inseriscono.

Le iniziative promosse nelle sedi dell'Istituzione Bologna Musei sottolineano la cifra identitaria di ART CITY Bologna come progetto generatore di intersezioni tra le espressioni dei linguaggi artistici contemporanei e un tessuto urbano ricco di tradizioni culturali, sottolineando la relazione tra contesto, spazi architettonici e opere.

Gli artisti hanno sviluppato un lavoro di ricerca all'interno di musei e luoghi significativi in città: nuove letture delle collezioni e del patrimonio storico-artistico che diventano parte integrante della scrittura espositiva.

ornaghi prestinari grigio lieve mostra casa morandi bologna tiziana leopizzi artcity artefieraSi parte con Orizzonte degli eventi, un progetto che invita ad andare oltre il visibile. Marco Di Giovanni per le due sale dedicate agli eventi temporanei del Museo internazionale e biblioteca della musica, orchestra un’ambientazione che intende suscitare nei visitatori un disorientamento percettivo dato dalla dissociazione tra la dimensione visiva e quella sonora.

Chiara Lecca, con il progetto A Fior di Pelle, nelle sale delle Collezioni Comunali d'Arte di Palazzo d'Accursio, presenta tre installazioni in cui assembla elementi di natura organica di origine animale. Un progetto che fa’ emergere la frattura operata dalla società contemporanea tra uomo e natura e la contraddittorietà insita nella rimozione della parte istintiva e selvaggia in contrapposizione alla sfera razionale.

La mostra di Ornaghi & Prestinari intitolata Grigio Lieve, allestita a Casa Morandi, nasce da una ricerca sulla possibilità di generare una serie di sculture a partire dalle ombre nei quadri di Giorgio Morandi. Una riflessione sulle possibilità della luce e sulle stratificazioni del passaggio del tempo, qui la scultura intesa più come dispositivo e attitudine.

Con la mostra Attualità di Morandi. Opere donate al Museo dal 1999 ad oggi, a cura di Alessia Masi, fino al 19 marzo il Museo Morandi propone un focus sulle opere pervenute al museo a seguito di donazioni da parte di vari artisti contemporanei che, nel corso della loro ricerca estetica, si sono ispirati alle opere di Giorgio Morandi tra i quali Julius Bissier, Wayne Thiebaud, Alexandre Hollan, Joel Meyerowitz.

jonas burgert lotsucht scandagliodipendenza la mostra al mambo tiziana leopizzi artcity artefiera bolognaNegli spazi della Sala delle Ciminiere del MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, dal 26 gennaio al 17 aprile 2017, prima personale in Italia di Jonas Burgert dal titolo Lotsucht / Scandagliodipendenza. In mostra 38 dipinti, configurano una rappresentazione teatrale sull'esistenza umana e sul bisogno dell'uomo di dare un senso alla propria vita.

Il MAMbo sostiene inoltre il progetto Causerie - Conversazione del duo Calori & Maillard che riapre alla fruizione pubblica lo spazio dell'ex negozio Gavina. Le artiste creano una serie di sculture che interagiscono sullo spazio per mimesi o per contrasto.

Con il progetto Raccogli la cosa nell'occhio, visibile dal 27 gennaio al 26 marzo, Martino Genchi interviene nelle collezioni del Museo Civico Medievale interpretando le lacune incise dalla storia su alcuni dei reperti conservati.

Rito domestico è Il progetto speciale di ON, inserito nell'ambito di La via Zamboni. Si compone di una serie di oggetti luminosi che escono dagli edifici, dai palazzi e dalle case e si distribuiscono sotto ai portici che circondano Piazza Verdi.

Hysterical Furniture di Jonathan Burrows / Matteo Fargion & guests è una 'retrospettiva al futuro' che ripercorre lavori passati e recenti del duo inglese. Negli eleganti saloni del Circolo Ufficiali, il progetto espositivo si sovrappone come un arredo vivente con azioni che toccano con leggerezza i territori della musica e della danza.

Inoltre sono parte del ricco programma di Art City Polis due iniziative espositive che fino al 26 febbraio instaurano un rapporto dialettico con le collezioni storiche del Museo di Palazzo Poggi. Nel progetto Per caso e per necessità. In dialogo con le collezioni Marsili e Monti del Museo di Palazzo Poggi, l’artista Mariateresa Sartori si ispira al metodo catalogatore e classificatore applicato da Luigi Ferdinando Marsili nella raccolta di reperti naturalistici. Il lavoro di Sartori consiste nel registrare e riportare le variazioni generate dalla struttura sia essa animata o inanimata, attraverso tecniche diverse.

storie naturali bertozzi casoni mostra scultura ceramiche museo palazzo poggi art city bologna tiziana leopizziNella mostra Storie Naturali. Bertozzi & Casoni al Museo di Palazzo Poggi gli assemblaggi di Bertozzi & Casoni, trovano il luogo adatto per costruire un colloquio con il passato nelle sale dove sono allestite le teche con gli animali di Ulisse Aldrovandi e le cere anatomiche.

Oltre i progetti espositivi si segnale la rassegna cinematografica Viva l'Italia, curata da Mark Nash, e visibile dal 26 al 30 gennaio nella sala mostre del Museo Civico Archeologico che intende rivisitare l'identità nazionale, con un approccio inedito, attraverso una serie di proiezioni di lungometraggi che affrontano i conflitti politici, sociali e personali.

Negli spazi della Collezione Permanente del MAMbo, dal 26 al 29 gennaio, il progetto Corpo Sensibile. Barlumi del documentario, a cura di Marco Bertozzi, presenta un ciclo di otto incontri, declinati nel formato della proiezione accompagnata da talk, per indagare le forme al confine fra video arte e cinema documentario.

Infine Special Projects: Site Specific Artists Lectures, Time Specific Artists Lectures, il programma di artist lectures ideato e curato da Chiara Vecchiarelli, presenta una serie di otto performance pensate per entrare in dialogo con le collezioni, i luoghi e i dispositivi di organizzazione del sapere dei musei scientifici della città.

Art city Cinema, al Cinema Lumière, curata dalla Fondazione Cineteca di Bologna, prevede un percorso di visioni per indagare le feconde intersezioni tra cinema e arte.

In città è attiva una linea speciale di trasporto pubblico ART CITY Bus con corse gratuite, che collega la sede della fiera al circuito dei luoghi dell’arte a Bologna articolato in quindici fermate, Nei punti di informazione potrete ritirare inoltre l'ART CITY Map una pratica guida di formato tascabile che riporta le fermate bus e fornisce coordinate sui luoghi e informazioni sugli eventi in programma.

A conclusione sabato 28 gennaio ritorna Art City White night, la giornata più lunga dell’anno dedicata all’arte che prevede un denso calendario di iniziative speciali e l'apertura straordinaria fino alle ore 24 di numerose sedi del circuito Art City Bologna.

Il programma completo degli eventi è disponibile sui siti di Artefiera e nella sezione Art City Bologna. L'hashtag ufficiale della manifestazione è #ArtCityBologna.

Tiziana Leopizzi

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.