Milano Capodanno Cinese 2017

capodanno cinese 1Il Capodanno cinese arriva a Milano per il magico weekend del 5 febbraio, in concomitanza con l’inizio dell’anno del Gallo.

In alcuni paesi del Sud-Est asiatico, il Capodanno cinese è una delle feste più importanti, le più grandi celebrazioni si svolgono in Malesia e a Singapore, dove all’evento vengono dedicati due giorni di vacanza.

A Singapore è accompagnato da moltissime attività festaiole, tra le quali, molto coreografica, la parata di carri addobbati chiamata Chingay.

Essendo un calendario lunisolare, quello cinese usa l’anno lunare di 354 giorni cui viene aggiunto ogni 2/3 anni un mese extra per pareggiarlo con l’anno solare.

Questo calendario viene utilizzato tradizionalmente in molti paesi asiatici, non esclusivamente in Cina e in tal senso è calcolata annualmente la data del Capodanno cinese, il Duan Wu e la festa delle lanterne.

Il Capodanno coincide con la prima luna nuova dell’anno, che cade tra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano.

A ogni anno viene assegnato uno dei 12 animali zodiacali dell’astrologia cinese, per un ciclo di 12 anni.

La cena di capodanno è un’occasione per riunire le famiglie e si svolge nella casa del membro più anziano della famiglia.

Il cenone comprende tradizionalmente piatti di carne (soprattutto maiale e pollo) e pesce.

La maggior parte delle cene comincia con un piatto comune simbolo dell’unione dei membri della famiglia per il pasto, ad esempio in Malesia, data la provenienza originaria della comunità cinese dalla Cina meridionale, vi è l’usanza propiziatoria dello Yee Sang, un’insalata composta di vari ingredienti freschi quali carote, pomelo e pesce crudo, che è mescolata all’unisono con frasi di buon augurio per l’anno a venire.

Gli invitati spesso vestono con costumi tradizionali cinesi, di colore rosso, poiché esiste la credenza per cui il rosso spaventi gli spiriti maligni e allontani la cattiva sorte, oltre ad indossare abiti nuovi per simboleggiare un buon inizio del nuovo anno.

A fine cena i più anziani distribuiscono ai bambini e ai giovani non sposati buste rosse, che contengono la maggior parte delle volte denaro, dette Ang Pau, oltre a cesti di frutta con arance o mandarini, torte, biscotti, cioccolatini, caramelle o qualche altro piccolo regalo.

La festa delle lanterne è il quindicesimo giorno del nuovo anno e segna il termine del periodo festivo, con i bambini che escono la sera e portano ai templi lanterne di carta ornate con citazioni, simbolo di buona fortuna e di speranza.

A Milano i festeggiamenti sono previsti per domenica 5 febbraio e i svolgeranno quasi esclusivamente all’interno di Paolo Sarpi, la Chinatown milanese. 

L’appuntamento per la festa per il Capodanno cinese è alle 14 in piazza Gramsci, dove partirà la classica parata con draghi, leoni e figuranti. 

Dalle 16 alle 21, invece, ai giardini Lea Garofalo ci sarà il Capodanno nell’aria, un evento organizzato da studenti della nuova accademia di Belle Arti per celebrare il Capodanno cinese con creatività, con un’installazione gonfiabile e luminosa creata in collaborazione col collettivo Basurama, oltre a altre piccole sorprese preparate per il pubblico. 

Il filo rosso del destino: leggenda popolare cinese

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.