• Home
  • MOSTRE
  • Paolo Monti. Fotografie 1935 – 1982. La mostra al Castello sforzesco di Milano

Paolo Monti. Fotografie 1935 – 1982. La mostra al Castello sforzesco di Milano

Fino al 12 marzo 2017 è allestita, nelle Sale dell’Antico Ospedale Spagnolo del Castello Sforzesco di Milano, la mostra - a cura di Pierangelo Cavanna e Silvia Paoli – intitolata Paolo Monti. Fotografie 1935-1982.

paolo monti fotografie 1935 1982 la mostra al castello sforzesco di milano tiziana leopizziLa mostra presenta 200 fotografie originali, datate dal 1935 al 1982, insieme a materiali come riviste, libri, documenti, anche inediti. Sono proiettati in mostra alcuni filmati poco conosciuti, relativi al primo incontro nazionale di fotografia a Verbania (1969), al lavoro di Monti a Ferrara (1974), ad un’intervista concessa a Carla Cerati (1981).

Paolo Monti, dirigente d’industria, si appassiona alla fotografia fino a sceglierla come professione, affiancandola all’attività critica e di curatela. Furono gli anni a Venezia, nel dopoguerra, a segnare una svolta, sia per il contatto con la realtà lagunare, sia per l’incontro con il gruppo di fotografi coi quali nel 1948 avrebbe fondato il Circolo fotografico “La Gondola” tra cui Otto Steinert, Weston e Siskind, Daniel Masclet e Brassaï.

Dal 1953 è a Milano, qui consolida l’attitudine critica e sperimentale, fino a diventare uno degli autori più affermati anche a livello internazionale, avviando importanti incarichi e collaborazioni. Lavora per le Triennali, per studi di architettura (BBPR, Gio Ponti, Albini, Scarpa), per i Musei del Castello Sforzesco, per la Storia della Letteratura Italiana della Garzanti, curata da Cecchi e Sapegno, in un continuo racconto del paesaggio e delle architetture italiane, fino a giungere alla fine degli anni ’60, fase in cui affrontò l’imponente campagna di rilevamento del centro storico di Bologna e di altre città come dei beni storico artistici dell’Appennino emiliano e romagnolo.

Durante la sua intensa attività di produzione sperimentale e artistica, si è misurato con fotogrammi, chimigrammi e sperimentazioni con materiali a colori.

La mostra affronta in un’unica sequenza la genesi e gli sviluppi del suo lavoro di ricerca in ambito fotografico. L’indagine, testimoniata anche dal catalogo, è stata condotta sull’intero Archivio di Paolo Monti (circa 240.000 fotografie, documenti, libri). L’indagine scientifica ha consentito di apportare nuovi elementi di conoscenza sull’attività di Paolo Monti e sul suo straordinario ruolo culturale.

Durante il periodo espositivo in programma un ciclo di incontri teso ad approfondire la figura di Paolo Monti e il contesto culturale di riferimento. Sono previste inoltre organizzate visite guidate alla mostra.

Tiziana Leopizzi

Paolo Monti. Fotografie 1935-1982
16 dicembre 2016 – 12 marzo 2017
Milano, Castello Sforzesco – Sale dell’Antico Ospedale Spagnolo
Orario: dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 17.30. Chiuso il lunedì

Ingresso libero

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.