• Home
  • CRONACA
  • Milano lancia Vicker: i lavori domestici a portata di app

Milano lancia Vicker: i lavori domestici a portata di app

vickerCerchi aiuto per piccoli lavori domestici o servizi di Babysitter e dog sitter? Vuoi proporti come aiutante nel tempo libero? Vicker è l’app che fa per te.
Presentata a Milano dall'assessore alle Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani alla presenza dei giovani ideatori della piattaforma, Matteo Cracco e Luca Menti, l’innovativa piattaforma mira a mettere in contatto diretto la domanda e la risposta per tutte le esigenze del quotidiano, offrendo svariate offerte per giardinieri, dog sitter, badanti e colf.

L’assessore Cristina Tajani commenta così l’innovativo progetto dei due giovani ideatori: “un’idea creativa che grazie alla tecnologia mette in contatto chi cerca servizi e chi si offre per svolgerli, in maniera trasparente e conforme a norme e contratti di lavoro. Come Amministrazione crediamo in tutte le start-up che abbiano nel proprio Dna la volontà di contribuire all’inclusione sociale e a migliorare la qualità di vita dei cittadini, oltre a stimolare l’incontro tra domanda e offerta e generare nuove opportunità di lavoro”.
Dopo aver ottenuto l’autorizzazione dal Ministero del Lavoro, l’app di Vicker è scesa in campo conquistando numerose piazza italiane tra cui figurano al momento Roma, Milano, Torino, Bologna, Padova e Vicenza.
Nella sola città di Milano, Vicker conta già oltre ventimila iscritti alla piattaforma e vista la comodità del servizio i numeri sono destinati a crescere.
COME FUNZIONA VICKER - In merito al suo funzionamento, la campagna di reclutamento dei lavoratori presenti sulla piattaforma avviene solitamente mediante un colloquio su Skype e tutti sono assicurati dalla protezione di Zurich.
La novità principale che ha determinato buona parte del successo ottenuto da Vicker è la possibilità da parte dei committenti di stabilire la cifra massima che si è disposti a pagare per la prestazione di un determinato servizio, con una soglia base al di sotto della quale il sistema non consente di scendere per evitare agevolmente eventuali speculazioni al ribasso.
Fatto questo, il committente potrà finalmente scegliere il lavoratore di suo interesse tra quelli che si sono candidati e che offrono la propria disponibilità per l’erogazione di quel determinato servizio.
Oltre ad un profilo dettagliato per ciascun lavoratore, il committente avrà inoltre a disposizione anche una serie di feedback rilasciati dagli altri utenti che ne hanno già usufruito.
In termini di garanzia, i pagamenti vengono effettuati inoltre tramite servizio Paypal o carte di credito, in maniera semplice e sicura per scongiurare eventuali rischi di lavori in nero.
Tra le città al momento aderenti, Milano si è dimostrata quella più “smart” e pronta ad usufruire del nuovo servizio, come commenta lo stesso Matteo Cracco, AD di Vicker: “dalla tipologia di servizi che sono stati richiesti, Milano si è confermata essere una città veramente smart in cui i cittadini hanno colto fin da subito le potenzialità di una tecnologia concepita per portare benefici concreti nella vita delle persone. Lo si evince dal fatto che più rapidamente che in altre città, i milanesi sono passati dal richiedere servizi come riparazioni, pulizie e tuttofare a servizi che riguardino la sfera personale, come estetica o fitness a domicilio, o a richiedere baby sitter per i propri figli o pet sitter per gli animali da compagnia”.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.