La mimosa: proprietà e benefici

Tra pochi giorni si festeggerà la Donna.

L'8 marzo, infatti, è la giornata internazionale della Donna e ricorda le conquiste politiche, sociali ed economiche delle donne.

mimosaLa Festa della donna viene naturale associarla alla mimosa.

La pianta della mimosa viene molto sottovalutata a causa di questa associazione alla festa. Pensiamo infatti come l'8 marzo le strade e i negozi si colorano di giallo.

La pianta è simile all'Acacia, raggiunge un'altezza pari a otto metri.

E' stato scoperto nell'antica Cina quanto sia benefica la pianta, ma non i fiori. Infatti le foglie, per esempio, venivano utilizzate per fare delle tisane e guarivano il mal di denti. Le foglie, appunto, hanno una propietà anestetica. La corteccia riesce invece a ridurre il dolore.

In commercio la si può trovare in polvere e la si usa come detergente contro i germi, quindi la si può utilizzare per lavare le ferite, e in crema (estratto di mimosa), usata sulla pelle del viso ha un'azione auto rigenerante, rendendo la pelle molto più elastica, aiutando molto chi soffre di acne, psoriasi ed erpes.

Studi in vitro hanno riscontrato che ha un'effettiva attività battericida, la sua applicazione infatti induce la pelle ad autorigenerarsi e a guarire completamente nel giro di pochissime settimane.

Regalare la mimosa quindi assume un significato non del tutto scontato.

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.