The Flick a Teatro Verdi

  • Viviana Gariboldi

the flick ok

Dal 10 al 19 marzo, sarà in scena a Teatro Verdi in prima nazionale The Flick, scritto dalla giovane drammaturga statunitense Annie Baker, che proprio con questo testo ha vinto nel 2013 l'Obie Award, riconoscimento assegnato nell'Off Broadway, e nel 2014 il Premio Pulizer.

Lo spettacolo, una produzione di Pierfrancesco Pisani e Khora.teatro, è interpretato da Alberto Malanchino, Mariano Pirrello e Sara Putignano, che danno corpo e voce a Avery, Sam e Rose, tre personaggi in balia di una quotidianità disperata e rassegnata,  che lavorano e orbitano tutti intorno a The Flick, la sala cinematografica che dà il titolo allo spettacolo.

The Flick però in questo spettacolo non si limita ad essere semplice luogo di ambientazione delle scene.

The Flick è un cinema che ha una sua storia, e che parla attraverso i films, quasi come se fosse un quarto personaggio in scena.

Ciò che ci viene narrato di questa sala cinematografica la pone in un momento cruciale della sua storia, l'imminente passaggio al sistema digitale.

Come spesso accade, anche in questo caso le storie dei tre protagonisti umani si intrecciano con la storia di questo quarto protagonista spazio-temporale, tracciando parallelismi tra i cambiamenti che si verificano nelle vite di Avery, Sam e Rose, e il cambiamento, la modernizzazione, della sala cinematografica.

Cosa rimane della poesia di una vecchia sala col proiettore trentacinque millimetri col passaggio al moderno sistema digitale? Cosa rimane delle vite che vi ruotano intorno?

Ogni cambiamento, modernizzazione, rivoluzione più o meno industriale che dir si voglia ha sempre apportato benefici in termini di efficienza produttiva, ma ha anche sempre lasciato indietro qualcosa o più spesso qualcuno.

Qui abbiamo in scena tre personaggi che si candidano ad essere lasciati indietro.

Il depresso, l'inserviente addetto alle pulizie, la proiezionista.

Non vi sono grandi personalità in questo piccolo mondo. Non vi è una tragicità statuaria.

Vi è però, ricercata dal regista Silvio Peroni, la lente che ci permette di vedere in questa piccola umanità la nostra immagine e la nostra quotidianità, e che ci permette di visualizzare le nostre storie come atti eroici o tragici.

The Flick fa parte del progetto Road to, che vuole proporre al pubblico un assaggio della moderna drammaturgia statunitense, con particolare attenzione al suo aspetto provinciale e ai suoi protagonisti dimenticati, lontani dall'immagine vincente che gli USA vorrebbero dare di sé.

 

Teatro Verdi

Via Pastrengo 16, Milano

dal 10 al 19 marzo

Prezzi: 20 / 14 /10 euro

Giovedì posto unico 10 euro

Info e prenotazioni: 02 6880038 – 02 27002476

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964