I Am Not Your Negro a Milano

james baldwinÈ I Am Not Your Negro di Raoul Peck il film che aprirà il 27° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina.

Il film, candidato all’Oscar come Miglior Documentario e Premio del Pubblico alla Berlinale nella sezione Panorama, verrà presentato in anteprima italiana lunedì 20 marzo alle 20.30, all’Auditorium San Fedele di Milano presente il regista, poi, dal 22 marzo sarà distribuito in Italia da Feltrinelli Real Cinema in collaborazione con Wanted.

Con le parole di James Baldwin dal suo ultimo romanzo, rimasto incompiuto, e rare immagini di repertorio, il documentario racconta le relazioni razziali negli Stati Uniti attraverso i ricordi di Baldwin e dei leader che hanno combattuto per i diritti civili: Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King, Jr.

Con la voce narrante di Samuel L. Jackson, Peck illustra un volto inedito di un'America che deve cominciare a fare i conti con la giustizia e la democrazia davvero uguale per tutti, come il regista aveva già fatto negli anni Novanta, con il lungometraggio L'homme sur les quays, il suo documentario su Lumumba La mort d’un prophète e tutti i suoi documentari.

James Baldwin

Nato a New York il 2 agosto 1924 Baldwin era l’ultimo di nove figli ed ebbe un rapporto tormentato con il patrigno, una persona rigida e molto religiosa.

Già all'età di 14 anni passava gran parte del tempo in biblioteca, dove scoprì la passione per la scrittura, poi divenne un predicatore presso una piccola chiesa pentecostale di Harlem, ma poco tempo dopo lasciò la chiesa e trovò un impiego nelle ferrovie del New Jersey.

Quando Baldwin arrivò al Greenwich Village, fece amicizia con lo scrittore Richard Wright e lavorò a lungo come freelance, scrivendo soprattutto recensioni editoriali, per poi ottenere una borsa di studio per Parigi.

Qui trovò la giusta distanza dalla società americana allo scopo di poterne finalmente scrivere, dal 1948 visse per lo più nel sud della Francia, ma tornò spesso negli Stati Uniti per discorsi e conferenze e dal 1957 decise di passare circa sei mesi l'anno a New York.

Lo scrittore fu un esponente del movimento per i diritti civili per tutti gli anni Sessanta, anche se venne spesso criticato per il suo approccio pacifista, cui rimase fedele fino alla morte, avvenuta il 1 dicembre 1987 a Saint-Paul de Vence, in Francia.

Il regista Raoul Peck

Nato a Port-au-Prince, Haiti nel 1953, Raoul Peck è cresciuto tra lo Zaire e gli Stati Uniti e ha studiato in Francia, Usa e alla German Film and Television Academy di Berlino.

Tra il 1996 e il 1997 fu il Ministro della Culture di Haiti è oggi è il presidente della scuola di cinema nazionale francese La Femis.

Tra i suoi lavori ricordiamo L'homme sur les quays (in Concorso a Cannes, 1993 e Premio per il miglior Lungometraggio al Festival del Cinema Africano, 1994), Lumumba (Quinzaine des Réalisateurs, 2000 e Premio del Pubblico al Festival del Cinema Africano 2001), Moloch Tropical (Toronto Film festival 2009, Berlinale 2010, FCAAAL 2010) e Murder in Pacot (Toronto 2014, Berlinale 2015, FCAAAL 2015), mentre il suo ultimo film Il Giovane Karl Marx ha debuttato alla 67esima Berlinale.

 

Antemprima del film I Am Not Your Negro
Dove: Auditorium San Fedele di Milano
Quando: Lunedì 20 marzo, ore 20.30

 

Leggi anche:

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.