Mari a Teatro Libero

mari editedDal 24 al 26 marzo è in scena a Teatro Libero il penultimo spettacolo della rassegna Palco Off, dedicata a Autori, Attori e Storie di Sicilia: si tratta di Mari, scritto, diretto e interpretato da Tino Caspanello.

Mari è un delicato incontro notturno tra un pescatore, Tino Caspanello, che vorrebbe restare solo sulla riva del mare per pescare ancora un po', e sua moglie, interpretata da Cinzia Musculino, che in punta di piedi lo raggiunge e, nonostante venga sempre allontanata dal marito, continua a rimandare il momento del congedo.

Si tratta di una trama essenziale che ci permette di apprezzare il vero valore di Mari: una riflessione sugli archetipi del femminile e del maschile, e sul loro differente modo di comunicare, spiega Caspanello a fine spettacolo, incontrando il pubblico.

Intento pienamente riuscito, grazie a un'attenta costruzione dei personaggi e a una drammaturgia che mentre si nutre dell'inespresso, dei silenzi circa l'essenziale natura e potenza delle relazioni e delle emozioni che possiedono i personaggi fino quasi ad annullarli, in realtà si esprime in un dialogo volutamente elusivo e traboccante di una quotidianità fatta di gesti semplici che nascondono l'affetto dietro la cura per i bisogni primari: il cibo, il foulard per non patire il freddo, il contatto ricercato ma solo nel silenzio di un'anima addormentata. 

Nel dialetto messinese nel quale cercano d'incontrarsi quest'uomo e questa donna, non esiste l'espressione ti amo. Da qui la difficoltà di riuscire ad esprimere qualcosa che non ha nome, e di dovervi costantemente girare attorno alla ricerca di un comune linguaggio.

Io non so parlare ma capisco tutto, ammette con ritrosia il pescatore. Indubbiamente è quanto può affermare anche un pubblico non avvezzo al dialetto siciliano, che sicuramente non costituisce un limite al godimento dello spettacolo, come ben dimostra la moltitudine di premi vinti, la lunga presenza sui palcoscenici off italiani che dura ormai da ben quindici anni e il successo riscosso anche all'estero, in Francia e ad Hong Kong.

Mari è una produzione Teatro Pubblico Incanto e si presenta come un interessante assaggio di drammaturgia italiana contemporanea. Ma soprattutto Mari costituisce un valido spettacolo costruito sull'essenzialità. Gesti misurati, pochi oggetti, due bravi attori, nessun intervento sonoro altro a violare il ritmico sciacquio delle onde, un mare nero davanti. Profondo, quasi immobile ed attraente.

Un mare-anima da increspare con due mani.

Prima dello spettacolo si potranno degustare vini e prodotti siciliani, e dopo lo spettacolo gli attori incontreranno il pubblico.

 

Teatro Libero

Via Savona 10, Milano

dal 24 al 26 marzo

Prezzi: 20 / 15 euro

Abbonamento CARTALIBERA PALCO OFF: 6 ingressi a 90 euro

Info e prenotazioni: 02 8323126 - biglietteria@teatrolibero.it - www.palcooff.it

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.