• Home
  • MOSTRE
  • Posthuman – When Technology Embeds Society. La mostra di Logotel per la Milano Design Week 2017

Posthuman – When Technology Embeds Society. La mostra di Logotel per la Milano Design Week 2017

La mostra Posthuman – When Technology Embeds Society si configura come un progetto che indaga il rapporto sempre più simbiotico tra uomo e tecnologia in una società che sta inglobando velocemente i cambiamenti dettati dai nuovi scenari. 

posthuman when technology embeds society mostra logotel milano design week 2017 tiziana leopizziNegli spazi di Via Ventura per il sesto anno consecutivo in occasione della Milan Design Week ci si domanda Quale tipo di lavoro ci immaginiamo per il futuro? Che aspetto avrà il “nuovo” umano? Quali sono i casi più eclatanti che mostrano rischi e opportunità dei nuovi scenari? 

Un racconto, quello di “Posthuman – When technology embeds society” per esplorare la trasformazione dell’essere umano e l’implementazione del suo corpo biologico, partendo dalle attività svolte nel quotidiano e i cambiamenti nella società.

Post: un prefisso che cambia la condizione in cui sino ad ora abbiamo vissuto: dalla post-modernità alla post-verità. La nostra è un’epoca in cui sempre più quella che era la tradizionale idea di umanesimo è in continua trasformazione. Si discute o si annulla la nostra idea di progresso e sviluppo che aveva guidato il nostro sistema di valori individuali e collettive.

La tecnologia diviene al tempo stesso protesi e ambiente, cambia ogni livello della nostra percezione, comunicazione e azione. Il capitale di intelligenza artificiale e autonoma alimenta un nuovo orizzonte di forme post-umane che diverranno parte centrale dell’esperienza quotidiana.

Torniamo alla mostra. Punto focale è il progetto di Maria Yablonina, “Mobile Robotic Fabrication Eco-System”, attraverso il quale tre robot, interagendo e muovendosi su una struttura dalle grandi dimensioni, costruiscono una rete sospesa ispirata al modo in cui i ragni tessono le loro trame. Il risultato è una trama di cavi in polipropilene che, attraverso il movimento dei robot, consente una riflessione sull’esistenza di un’interazione inedita: non più quella uomo-uomo o uomo-macchina, ma uno scambio relazionale macchina-macchina. Durante la mostra, ci saranno 3 momenti in cui potrete vedere i robot all’opera: alle 14.30, alle 16 e alle 18.30.

La mostra racconta anche alcuni cambiamenti già in atto attraverso un repository di oltre 100 case history e una raccolta di punti di vista, sotto forma di interviste. In questi focus si approfondisce il tema del Posthuman e la relazione tra tecnologia, design, uomo e società. Dal mondo dell’arte e del design, a quello della letteratura, della cinematografia e della tecnologia. Nei video sono protagonisti i mondi della filosofia, della ricerca e dell’arte: una scelta diretta per fornire alcune risposte a quelle domande ancora aperte e irrisolte.

Tiziana Leopizzi

“Posthuman – When technology embeds society”

Dal 4 al 9 aprile

Ventura Lambrate District - Milano Design Week 2017

Logotel

via privata Giovanni Ventura 15, Milano

Ingresso libero

Leggi anche:

Matter Matters. Collettiva alla galleria The Flat - Massimo Carasi, Milano

Il Rosso e il Nero. Opere di Alberto Burri, Enrico Castellani, Lucio Fontana e Piotr Uklanski

Scapigliato maledetto. Daniele Ranzoni a Milano

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.