• Home
  • EVENTI
  • Fiori e sapori sul Naviglio Grande 2017

Fiori e sapori sul Naviglio Grande 2017

fiori e sapori naviglio grande

Domenica 2 aprile, sulle sponde del Naviglio Grande di Milano, con l’inizio della primavera, si terrà la manifestazione “Fiori e sapori sul Naviglio Grande”.

L'evento

Florovivaisti provenienti da tutta Italia, laboratori artistici del settore e produttori di sapori ricercati con degustazioni di prodotti tipici allestiranno i loro banchi in modo da creare un effetto particolarmente colorato, garantendo ai turisti un’esperienza unica.

La manifestazione sarà organizzata dall’Associazione del Naviglio Grande, che dal 1982 ha l’obiettivo di valorizzare uno dei luoghi più caratteristici e apprezzati di Milano.

La manifestazione sarà a ingresso libero e si svolgerà dalle ore 8.30 alle ore 19.00, inoltre durante il suo svolgimento tutti i negozi e i locali di ristoro della zona resteranno aperti, contribuendo a rendere più piacevole la giornata.

Il Naviglio Grande

Il Naviglio Grande è un canale navigabile che prende acqua dal Ticino nei pressi della frazione di Lonate Pozzolo detta Tornavento e finisce nella Darsena di Porta Ticinese a Milano. Ha una lunghezza di 49,9 km con un dislivello totale di 34 metri e ha una larghezza variabile intorno ai 20 metri per poi restringersi intorno ai 15 metri nel tratto da Abbiategrasso a Corsico fino ad arrivare a 12 metri in Milano.

Le sue origini risalgono al 1177 con l'ampliamento di un fossato, poi denominato Ticinello e nel 1209 si arrivò a Milano, poi successivi interventi ne aumentarono la portata e nel 1272 il canale divenne un naviglio. Venne concepito all’epoca sia come canale irriguo che navigabile, funzioni che gli hanno conferito l’importante ruolo che ha rivestito negli anni. Ha una lunghezza di 49,9 km, una profondità massima di m 3,80; è privo di conche, infatti venne realizzato grazie alla semplice pendenza del terreno e termina nella Darsena a Milano.

Il primo e più grande canale d'Europa allora univa la città con il Lago Maggiore e la Svizzera e fu essenziale per trasportare tutto quanto poteva servire per migliorare la qualità di vita dei milanesi, carbone, vini, carni, pesce, legna e anche i marmi utilizzati per la costruzione del Duomo, mentre trasportava al nord quello che li poteva arricchire, sale, lino, ferro, grano e riso da vendere Oltralpe.

 

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.