• Home
  • ARTE
  • Il nuovo Giardino di Palazzo Reale a Milano

Il nuovo Giardino di Palazzo Reale a Milano

32857067154 c80ffc3157 zInaugurato in occasione dell’Art Week 2017 il nuovo spazio verde nel cuore di Milano, in collaborazione con l’associazione Orticola di Lombardia, su disegno dell’architetto paesaggista Marco Bay.


Si tratta del Giardino di Palazzo Reale; uno spazio piuttosto circoscritto ma situato in un punto strategico, quello all’interno di uno dei maggiori poli museali della città meneghina, sul lato destro di piazza Duomo, che offre pace e serenità, qualificando al meglio lo spazio.


Il Giardino è ubicato nel secondo cortile del Palazzo Reale, affacciato su via Francesco Pecorari, e su una striscia di terra che si affaccia su quest’ultima, qualificando uno spazio che da direttamente sulla strada e che veniva usato quasi come disimpegno, dando l’impressione di un retro bottega.


L’architetto Bay lo ho pensato come una sorta di “scomposizione” sulla base del giardino simmetrico all’italiana che una volta era presente nel cortile principale di Palazzo Reale, dotandolo di panchine (assai rare in centro) e illuminazione. La scelta di mettere alberi e piante all’interno di vasche metalliche, creando così un giardino pensile, nasce dalla caratteristica dell’area, strutturalmente priva di sottosuolo; questa soluzione ha permesso di creare diversi ambienti, inseriti nel verde, che invitano alla sosta.


Il giardino si estende anche sotto il portico, con vasi e sedute, offrendo una zona più protetta che si insinua in una stanza che va “Oltre il Giardino”, entrando addirittura nell’edificio stesso di Palazzo Reale. Questo spazio che si affaccia sul Giardino è stato allestito da Orticola di Lombardia con disegni dello stesso Bay, stampati ad altissima risoluzione su tessuto Alcantara® e montati su pannelli che creano una scenografia in un continuum ideale col giardino esterno. L’azienda Alcantara ha supportato il progetto mediante un’inedita interpretazione del materiale.


E’ bello sottolineare che il progetto è un omaggio alla città e alla tradizione meneghina; non solo la scelta del giardino simmetrico e della flora, ma le stesse vasche usate per contenere la terra dove cresceranno le piante sono in metallo verniciato color verde scuro, in stile “vecchia Milano”, costituendo un omaggio a tutta quella serie di arredi urbani che ne facevano un segno riconoscibile ed elegante allo stesso tempo, vanto della città. Le sedute, invece, sono in stile luxermbourg fermob.
L’alberatura principale scelta è il Platanus orientalis, coltivato a “ombrello”, caratteristica forma imposta alla pianta che permette un piacevole portamento, che in questo caso limita l’impatto con l’architettura di Palazzo Reale e allo stesso tempo garantisce una piacevole ombra per la stagione estiva.
Il “sottobosco” presenta una sapiente mescolanza, già sperimentata nei giardini milanesi, che garantisce fioriture per tutto l’arco dell’anno. Le piante selezionate sono ellebori, rose, begonie e mirto.

Rossella

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.