• Home
  • CRONACA
  • Lo spauracchio di Trump sulle pratiche commerciali scorrette: come reagiranno i mercati americani?

Lo spauracchio di Trump sulle pratiche commerciali scorrette: come reagiranno i mercati americani?

trumpQuasi 100 giorni dopo che il presidente Usa Donald Trump ha preso l'incarico, lui e il suo segretario commerciale, Wilbur Ross, continuano a commettere una fallacia economica che gli studenti di economia del primo anno imparano ad evitare.

Essi affermano che il disavanzo corrente (o il deficit commerciale) dell'America, che è in realtà il risultato del tasso di risparmio basso e in calo dell'America, è un indicatore delle pratiche commerciali scorrette da parte della Germania e della Cina, due paesi in eccedenza di conto corrente. Il loro approccio economico potrebbe portare a disastri quindi, sono anche immaginabili le ripercussioni per chi pratica forex.

Il saldo del conto corrente, che misura il saldo degli scambi di beni, servizi, reddito dei fattori netti e pagamenti di trasferimento dall'estero, è uguale al risparmio nazionale meno gli investimenti nazionali. Questa non è una teoria. È un'identità, salvo ogni discrepanza statistica tra il prodotto nazionale lordo (PIL) e il reddito nazionale lordo (RNL): è vero se sei liberale o conservatore, populista o mainstream, un keynesiano o un fornitore. Anche Trump e tutto il suo affare non possono cambiare. Eppure Trump sta minacciando una guerra commerciale a causa di disavanzi che riflettono l'equilibrio degli investimenti risparmiatori degli Stati Uniti.

Non vi è alcuna ragione particolare per cui una riduzione delle barriere commerciali estere o un aumento delle barriere commerciali statunitensi avrebbero effetti di primo ordine sui tassi di risparmio e di investimento degli Stati Uniti e, quindi, sul saldo degli Stati Uniti sul conto corrente. Per ridurre il loro deficit di conto corrente, gli Stati Uniti devono risparmiare di più o investire meno nella loro economia.

Non è difficile capire perché gli Stati Uniti eseguono deficit cronici di conto corrente. Il tasso di risparmio nazionale statunitense - la somma del risparmio privato più il salvataggio del governo, misurata come quota di RNL - è diminuita notevolmente negli ultimi 30 anni. La maggior parte del calo del tasso di risparmio degli Stati Uniti è dovuto a un calo del tasso di risparmio del governo.
Il governo negli Stati Uniti (federale, statale e locale) è in risparmio netto, il che significa che le spese correnti (per consumi, pagamenti di interessi sul debito pubblico e trasferimenti) superano i ricavi attualmente pari a circa il 2% del RNL. Questo non è sorprendente. La parte del leone del problema è a livello federale. Ogni presidente da quando Ronald Reagan ha promesso "riduzioni fiscali di classe media" e altre pause fiscali, minano i ricavi e lasciano il bilancio federale in deficit cronici. I presidenti democratici favoriscono il presunto "stimolo" di Keynesian dei tagli fiscali, mentre i repubblicani fanno rispettare i loro presunti effetti di "riduzione".

Sia i partiti democratici che quelli repubblicani sono praticanti del populismo, in stile americano: tagliano più volte le tasse, aumentano il debito pubblico (raddoppiato dal 35% del PIL nel 2007 al 74% del PIL alla fine del 2015) e generalmente danno la colpa qualcuno.

Gli squilibri commerciali e di bilancio dell'America potrebbero ben presto fare peggio se Trump e i repubblicani del Congresso taglieranno le imposte federali ancora più avanti. Questa sarebbe una politica fiscale rovinosa, ma forse una cosa popolare a breve termine - prima che le fatture economiche inizino a venire a galla. Con un disavanzo di bilancio più grande, anche il disavanzo corrente di America sarebbe salito, proprio come ha fatto quando i tagli fiscali di Reagan hanno ampliato notevolmente il disavanzo del bilancio federale nei primi anni '80. Si può immaginare che il disavanzo commerciale crescente porterà ad ancora più affermazioni di Trump e dei suoi funzionari riguardo alla presunta perfidia commerciale cinese e tedesca.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.