• Home
  • MOSTRE
  • Liu Xiaodong. La mostra Chittagong alla galleria Massimo De Carlo

Liu Xiaodong. La mostra Chittagong alla galleria Massimo De Carlo

La galleria Massimo De Carlo ospita fino al 29 aprile la mostra personale intitolata Chittagong, con le opere dell’artista Liu Xiaodong negli spazi espositivi di Piazza Belgioioso a Milano.

liu xiaodong la mostra chittagong personale alla galleria massimo de carlo milano tiziana leopizziLa sua pratica artistica, focalizzandosi sul ritratto degli aspetti più contradditori della società contemporanea, affronta tematiche come l’immigrazione, le emergenze ambientali, la povertà in alcune zone del mondo e gli effetti drammatici di economie e politiche corrotte.

Nelle opere di Liu Xiaodong, l’essere umano è al centro dell’universo: l’artista ne registra le virtù e i dolori. La selezione di opere esposte nella mostra Chittagong sono il risultato di un viaggio di ricerca nella città del sud del Bangladesh, luogo in cui l’artista è stato testimone delle condizioni di vita drammatiche dei lavoratori impegnati in una delle industrie in attivo del paese, lo smontaggio delle navi cargo e da crociera.

Fin dagli anni ’60 nel Golfo del Bengala si sono concentrate le attività remunerative di smantellamento dei giganti del mare grazie alla disponibilità di mano d’opera a basso costo e di condizioni politiche vantaggiose. Dalle lastre di acciaio che compongono lo scafo ai mobili degli interni, dai frigoriferi alle ancore, dai filtri dei motori ai cavi elettrici che le attraversano, ogni parte delle navi viene smontata, dissaldata, tagliata, trasportata, risistemata, riciclata, rivenduta: la città di Chittagong è un mercato a cielo aperto degli scarti del mondo.

Liu Xiaodong si è voluto immergere in questa realtà al fine di riscoprire la dignità dell’uomo, anche in condizioni di lavoro e di sicurezza estreme. Ogni sua opera è testimonianza dello sguardo diretto dell’artista a confronto con gli inquietanti paesaggi abitati dai relitti delle navi e dai volti dei lavoratori parte di una società logorata dalla fatica. La mostra rappresenta così, un racconto delle esperienze visive dell’artista, risultato di un lavoro di ricerca e documentazione in loco in un momento storico in cui la nozione di verità è sempre più messa in discussione dai media e dalle istituzioni.

I sette dittici esposti in Chittagong sottolineano il contrasto tra la potenza dei mostri che affrontano e la forza dell’uomo. Sono frammenti di quotidianità affiancati da immagini realistiche, dettagli ingranditi del paesaggio urbano di Chittagong.

I diversi aspetti del Bangladesh ritornano anche nelle tre grandi tele in cui le pennellate di Liu Xiaodong ritraggono lo spaesamento del popolo di uno dei paesi con la più alta densità di popolazione del mondo.

Tiziana Leopizzi

Liu Xiaodong. Chittagong

Dal 30 Marzo al 29 Aprile 2017

Massimo De Carlo

Piazza Belgioioso, 2 – Milano

Aperta da martedì a sabato, dalle ore 11:00 alle ore 19:00

Ingresso libero

Leggi anche:

Jean-Michel Basquiat. New York City - Opere dalla Collezione Mugrabi

La storia dell’arte raccontata ai bambini alla Villa Reale di Monza

Aprile a Palazzo Reale. Mostre in corso e in chiusura e aperture straordinarie

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.