• Home
  • TEATRO
  • Psychedelic Macbeth allo Spazio Tertulliano

Psychedelic Macbeth allo Spazio Tertulliano

psychedelic macbeth ok

L'atmosfera è quella lugubre e tetra tipica delle messinscene del Macbeth shakesperiano, ma questa versione del Teatro del Simposio con la regia di Francesco Leschiera, ne offre un'interpretazione tutta contemporanea, con pubblico e personaggi immersi nello scenario allucinato di una discoteca, in cui la nebbia delle highlands lascia il posto al vapore acre delle macchine del fumo e il bancone in design ultramoderno del bar diventa il covo delle perfide streghe, impersonate da un barista (Andrea Magnelli) mefitico e inquietante.

Psychedelic Macbeth è il titolo di questo lavoro, tutto giocato sul rapporto tra l'orrore e la sua percezione. Macbeth dice: “Ho dimenticato il gusto della paura... mi sono saziato d'orrori e, lo spavento, ch'è il compagno consueto dei miei pensieri di massacro, non è più buono a farmi trasalire”. Uno degli assassini più famosi della storia del teatro ci sfida con queste parole a riconoscere di aver quasi completamente smarrito la capacità stessa di lasciarci toccare dall'orrore, rinchiusi come siamo nel guscio anestetico da noi stessi prodotto per proteggerci dall'invasiva e debordante serie di stimoli che il mondo ci getta addosso.

Ecco che allora Macbeth (Jacopo M. Pagliari), Banquo (Alessandro Macchi) e Lady Macbeth (Sonia Burgarello) non sembrano altro che persone in fuga da sé stesse, alla disperata ricerca di un ottundimento dei sensi che solo alcol, droghe e una musica fatta più di atroce frastuono che di melodie orecchiabili, permettono.

Violenza e brutalità sono solo questo ormai, un fastidioso rumore di fondo sepolto sotto un tappeto di suoni assordanti. Non li sentono i personaggi, se non come immagini frammentarie di incubi che pulsano incessanti sotto la superficie di una coscienza frivola e disinteressata.

Il velo dietro a cui una conturbante e ammaliante Lady Macbeth, consuma la propria morte prigioniera dei fantasmi che lei stessa ha creato, per quanto sottile, appare del tutto impermeabile e segna un confine invalicabile tra realtà e finzione, sonno e veglia.

Psychedelic Macbeth è un bello spettacolo, manifesto della sensibilità contemporanea. La stessa che sta alla radice del successo della House-Music.

Teatro Spazio Avirex Tertulliano

Via Tertulliano, 70

Dal 26 aprile al 7 maggio

Dal mercoledì al sabato ore 21.00, domenica 30 aprile ore 16.30, domenica 7 maggio ore 20.30, giovedì 4 maggio riposo.

Info e biglietti 02/49472369 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI