Cernusco Jazz 2017

cernusco jazz 2Dopo l'anteprima del 5 marzo sta per cominciare la terza edizione del festival Cernusco Jazz, che si svolgerà domenica 7 e domenica 14 maggio alla Casa delle Arti di Cernusco sul Naviglio e i live inizieranno alle 20.45 .

Quest’anno la manifestazione sarà dedicata a Miles Davis, sperimentatore e precursore del jazz tra i più coraggiosi e per il primo dei due tributi al grande trombettista americano, previsto per domenica 7 maggio, ci sarà la Verdi Jazz Orchestra, diretta dal maestro Pino Jodice, con Alberto Mandarini come special guest.

Dotato di uno stile inconfondibile e di un’incomparabile gamma espressiva, per quasi trent’anni Miles Davis è stato una figura chiave della musica popolare del XX secolo, ideando  numerosi stili jazz, fra cui il cool jazz, l’hard bop, il modal jazz e il jazz elettrico (o jazz-rock) e collaborando con celebri musicisti come Zucchero, con cui duettò nel brano Dune Mosse.

Per la prima volta al mondo, durante il Cernusco Jazz sarà rielaborato per big band l’intero album Kind of Blue, considerato uno dei suoi lavori più caratterizzanti, dall’orchestra del Conservatorio G. Verdi di Milano, formata dai migliori allievi del corso di jazz affiancati da alcuni tra i più noti professionisti del settore, con come solista il maestro Alberto Mandarini, docente di tromba jazz del Conservatorio nonché uno dei più apprezzati trombettisti del panorama jazzistico italiano.

La Verdi Jazz Orchestra non trascurerà neppure la svolta elettrica di Miles Davis per ricordare la voglia di cambiamento e di innovazione che stava maturando alla fine degli anni Sessanta nella creatività di questo grande artista, diventato uno dei punti di riferimento dei musicisti delle generazioni successive.

Per l’evento di chiusura del festival, domenica 14 maggio ci sarà il quintetto capitanato dal trombettista Giovanni Falzone, uno dei più celebri musicisti del jazz italiano, affiancato da Gianluca Di Ienno alle tastiere e al fender rhodes, Marco Ricci al basso elettrico, Tullio Ricci (co-ideatore del tributo) ai sassofoni e Alessandro Rossi alla batteria.

Con il progetto ElectroMiles, la tromba di Giovanni Falzone sarà l’interprete del linguaggio elettrico di Miles Davis, poi un quintetto proporrà una lettura acuta dell’album Bitches Brew, ma non mancheranno neppure alcuni brani originali dedicati a questo mondo sonoro.

Il biglietto d’ingresso intero costerà 15, ridotto 12-10 e sarà gratuito per gli under 12. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.