Un Museo Effimero della Moda a Palazzo Pitti

museo effimero palazzo pitti 1Martedì 13 giugno, per l’inaugurazione della 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo, verrà presentata nelle sale della Galleria del Costume di Palazzo Pitti la mostra Il Museo Effimero della Moda, ideata da Fondazione Pitti Immagine Discovery in collaborazione con Gallerie degli Uffizi e Palais Galliera, secondo episodio del programma triennale del Centro di Firenze per la Moda Italiana e dalle stesse Gallerie degli Uffizi.

La mostra, curata da Olivier Saillard, sarà visitabile fino al 22 ottobre.

“Ancora una volta Palazzo Pitti” spiega Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi “accoglie una mostra che indaga i meccanismi della moda e riflette sul suo senso profondo. Ed è un evento doppiamente importante: Il Museo Effimero infatti costituisce l’occasione di aprire gli archivi e offrire ai visitatori un nuovo punto di vista sulle collezioni e sugli spazi della Galleria del Costume e della Moda, che in questo modo porta a compimento il processo di evoluzione verso lo status di Museo della Moda di Palazzo Pitti. Per questo ringrazio la Fondazione Pitti Immagine Discovery e il Centro di Firenze per la Moda Italiana”.  

La peculiarità de Il Museo Effimero è in un’inedita concezione sia dell’allestimento sia dei contenuti tematici.

Nella mostra saranno esposti 200 tra abiti e accessori, distribuiti in 18 sale, che vanno da metà Ottocento fino ai giorni nostri, mostrati per la prima volta, mai usciti dalle scatole per la conservazione e altri esposti per l'ultima volta, prima di tornare negli archivi in quanto troppo fragili e delicati.

Gli abiti che punteggiano il tema di ogni sala, restaurati dopo un lungo lavoro di recupero delle restauratrici della Galleria del Costume e del Palais Galliera, sono stati creati da tutte le sartorie  e gli atelier di moda più prestigiosi, tra Firenze, Roma, Milano, Parigi, New York come Sartoria Worth, Mariano Fortuny Venezia, Sartoria Rosa Genoni, Sartoria Emilio Federico Schubert, Roberto Capucci, Sartoria Madeleine Vionnet, Irene Galitzine Roma, Elsa Schiaparelli, Jole Veneziani, Biki, Maison romana d'alta moda Carosa, Nina Ricci, Gianfranco Ferré, Christian Lacroix. 

Anche il contemporaneo sarà presente, come le recenti acquisizioni del Palais Galliera presentate per la prima volta a Firenze, e alcuni capi della collezione di Palazzo Pitti, oltre a una selezione di capi delle ultime collezioni di Gucci, Margiela, Bless, Fendi, Armani, Valentino, Prada, Dolce & Gabbana, John Galliano e Lanvin. 

Le immagini che racconteranno gli abiti nel catalogo della mostra sono state scattate dall’artista Katerina Jebb.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.