Stranavigli 2017 a Milano

stranavigli 2017 1Uno show interattivo sull'acqua, nel cuore di Porta Ticinese, questa è la kermesse StraNavigli 2017 che animerà dal 9 all'11 giugno la nuova Darsena e il Naviglio Grande, area che diventerà una Hawaiian Beach come omaggio all'imminente estate.

L'evento

Al centro dell'attenzione per tre giorni ci saranno gli Urban e Water Sport, alcuni conosciuti e altri nuovi, con atleti di fama mondiale, tra contest e performance.

Punto di riferimento sarà il Villaggio StraNavigli Action in via D'Annunzio, con stand e postazioni per le iscrizioni alla Sup (Stand Up Paddle) School & free session; Flyboard (propulsione in aria); Skate, Roller, Parkour (Milan Monkeys); Calisthenics base/avanzato, mobility, flex, powerlifting (Calisthenics Milano); Slack Line - Water Trick Line; Wakeboard (Wake Paradise Milano), WakeSurf, Indoboard; sport del remo (Canottieri San Cristoforo); rampa Surfskate; free Running e Fitness 3.0.

Il palinsesto vedrà anche il Surf Night Show con esperti Pro Riders e la StraNavigli Sup prima tappa del Circuito nazionale Sup Racing, della FISW (Federazione Italiana Sci nautico e Wakeboard) che rappresenterà anche le discipline Surfing in vista del debutto ai Giochi di Tokio 2020.

Momento clou della manifestazione sarà domenica alle ore 16.30 la Fantasy Race, stravagante gara acquatica su materassini, oltre alla premiazione Italian Surf Award per l'onda da record di Francisco Porcella, il giovane atleta italiano che ha conquistato il XXL Biggest Wave Award Champion, tra i premi internazionali più importanti del settore.

La Surf Culture proporrà anche l'esposizione open air delle tavole Surfboardart che uniscono passione per l'arte e per il surf da onda.

I Navigli

Risale alla seconda metà del XII secolo la realizzazione del primo tratto navigabile del Naviglio, che venne inaugurato nel 1179, dando il via alla costruzione del Naviglio grande.

In soli 35 anni, dal 1439 al 1475, nel territorio milanese vennero costruiti ben 90 chilometri di canali resi navigabili dalla presenza di 25 conche.

Era il 1482 quando Leonardo da Vinci, appena giunto a Milano, fu incaricato da Ludovico il Moro di trovare un sistema per permettere la navigazione dal lago di Como fino a Milano. Una soluzione a questo problema è all'interno di alcuni disegni del Codice Atlantico, dove s’ipotizza un grande sbarramento sul fiume Adda in località Tre Corni, dove uno sbocco in galleria doveva permettere alle barche il passaggio a valle delle rapide del fiume.

Un'altra geniale soluzione per il superamento dei 23,76 metri di dislivello delle rapide di Paderno fu pensata nel Cinquecento dall'ingegnere e pittore Giuseppe Meda che ideò la conca detta il Castello che secoli più tardi diverrà il Naviglio di Paderno.

Nel 1805 Napoleone completò la costruzione del Naviglio pavese, facendo in modo che  il mare si raggiungesse tramite il Naviglio di Pavia e il Po, il lago Maggiore tramite il Naviglio grande e il Ticino, il lago di Como tramite il naviglio della Martesana e l'Adda.

Nella seconda metà dell'Ottocento il sistema dei trasporti fluviali decadde sia per la lentezza dei viaggi, che per la concorrenza delle ferrovie e delle linee tranviarie che soppiantarono la navigazione fluviale interna ed esterna alla città.

 

StraNavigli 2017
Quando: venerdì 9 giugno, 17-22; sabato 10 giugno, 10-23; domenica 11 giugno, 10-21
Dove: Darsena e Naviglio Grande
Ingresso libero

 

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.