• Home
  • MOSTRE
  • Cosa resterà di questi anni '80, WOW Spazio Fumetto

Cosa resterà di questi anni '80, WOW Spazio Fumetto

Fino a giugno sarà possibile visitare la mostra sui famosi anni ’80. WOW Spazio Fumetto dedica una non-mostra/omaggio ai mitici anni Ottanta.

loc anni 80 wow web 724x1024Decennio indimenticabile che con i suoi giochi, giornali, dischi, manifesti cinematografici, modellini, fumetti, giochi in scatola, memorabilia, videogames rese, magico ed indimenticabile questo decennio.

Sono esposti in un percorso cronologico che vuole far presa sulla nostalgia del visitatore, ed anche aiutare chi non ha vissuto quel periodo a comprenderlo meglio.

La “non-mostra” non ha l’intenzione di essere un approfondimento storico-sociologico-culturale degli anni ottanta. Esposizione da collezioni private e dall’archivio della Fondazione Franco Fossati.

La maggior parte dello spazio è dedicata alla sezione dei cartoni animati le serie più amate provenienti dalla collezione di Simone Caradonna. Sono esposti anche giocattoli dell’epoca ispirati alle serie più amate.

Dal cubo di Rubik al walkman, da "Il pranzo è servito" a "Indovina chi", passando per i cartoon giapponesi e i Mondiali: sono solo alcune delle immagini protagoniste di "Ottanta nostalgia" È inoltre possibile ammirare i giochi da tavolo più popolari ispirati ai programmi con maggior ascolto, provenienti dalla collezione privata di Carlo Emanuele Lanzavecchia.

Manifesti e locandine originali rappresentano il cinema di quegli anni. Mentre la musica è rappresentata con le immancabili hit parade di artisti di fama mondiale insieme alle sigle dei cartoni animati più in voga.

Il focus rimane il 1986 con l’invenzione del personaggio di Dylan Dog, che ha rivoluzionato il fumetto italiano. I magici anni ottanta sono anche ricordati per i Paninari, fenomeno di costume in voga tra i ragazzi, avevano un vestiario che li caratterizzava.

Luigi F. Bona, direttore di WOW Spazio Fumetto consiglia così la mostra:

 “Dopo il grande successo della mostra dedicata a “I Promessi Sposi” così come ce li hanno raccontati il fumetto e l’illustrazione d’autore, abbiamo deciso di mettere in programma questa non-mostra, come ci piace chiamarla, per accogliere una richiesta che da un paio d’anni ci arriva dal nostro pubblico. Gli anni Ottanta, anche se per ragioni anagrafiche li ho vissuti da uomo adulto, sono stati formativi per quella che oggi è la generazione dei papà e delle mamme che portano i suoi bambini al Museo. Stiamo vivendo un periodo in cui molti programmi televisivi e pagine internet ne ripropongono i protagonisti, le serie tv, le popolarissime serie animate e le icone di costume. Come Museo del Fumetto, frequentatissimo da pubblici di tutte le età, non potevamo restare indifferenti a una richiesta tanto pressante e abbiamo quindi deciso di dedicare la programmazione estiva a un argomento divertente e leggero… con qualche piccola nota di riflessione”.

Ottanta nostalgia

WOW SPAZIO FUMETTO
Museo del Fumetto, dell’illustrazione e dell’immagine animata di Milano
Viale Campania 12 – Milano
Ingresso intero 5 euro, ridotto 3 euro
Orario: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00. Lunedì chiuso (agosto chiuso)

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI