Antonio Ratti in mostra a Mantova

ratti mantova 1Sarà aperta da domenica 1 ottobre, con l’inaugurazione sabato 30 settembre, nelle sale rinascimentali del Palazzo Te di Mantova, la mostra Il tessuto come arte: Antonio Ratti imprenditore e mecenate, sulla vita dell'industriale tessile comasco che ha realizzato un'azienda e una Fondazione riconosciute a livello internazionale.

Fino al 7 gennaio 2018 la mostra sarà un viaggio nel mondo del tessuto in tutte le forme, dalla ricca collezione di reperti antichi della Fondazione Antonio Ratti ai grandi archivi dell'azienda.

Una parte della mostra verrà dedicata alla storia dell'impresa fondata da Ratti nel 1958 a Guanzate, sul lago di Como.

Nato a Como il 22 settembre 1915, Ratti fondò nel 1945 la Tessitura Serica Antonio Ratti per l’ideazione e la commercializzazione di tessuti per cravatte e foulard in seta.

Fu la prima tappa di una lunga attività imprenditoriale che culminò nella creazione del Gruppo Ratti, oggi presieduto dalla figlia di Ratti, Donatella, uno dei più importanti produttori al mondo di tessuti ad alto contenuto tecnologico-creativo.

Dotato di una spiccata sensibilità verso l'innovazione e la ricerca industriale, nel 1985 Antonio Ratti creò a Como l'omonima Fondazione, dedicata interamente alla ricerca culturale e storica nell'ambito del tessile, tra collezione di tessuti antichi, mostre tematiche e forum, alla promozione dei migliori talenti nell'ambito delle arti visive.

Nel 1995 Antonio Ratti decise di finanziare la creazione al Metropolitan Museum of Art di New York di un centro per la conservazione, il restauro e la catalogazione delle collezioni tessili di proprietà del museo americano, allora ospitate presso i singoli dipartimenti del Museo stesso.
Nacque così l'Antonio Ratti Textile Center al Metropolitan Museum of Art, una delle strutture più grandi e meglio attrezzate al mondo per lo studio e la conservazione dei tessili.

Nel novembre 1998 fu inaugurato il Museo Tessile della FAR, in seguito denominato Museo Studio del Tessuto, che custodisce la collezione di tessuti antichi raccolta con passione e da Antonio Ratti durante tutta la sua vita.

A succedere all’imprenditore comasco alla guida della Fondazione, dopo la sua scomparsa avvenuta nel 2002, fu sua figlia Annie.

Dalla primavera del 2010, la sede della Fondazione è nella bellissima Villa Sucota, lungo il Km della conoscenza che congiunge Como con Cernobbio, che presenta nuove e più ampie disponibilità di spazi e di attrezzature, che ha permesso un ampliamento delle sue attività.

L'esposizione è stata ideata dal Comune di Mantova, del Centro internazionale di arte e cultura di Palazzo Te e dal museo civico di Palazzo Te, in collaborazione con la Fondazione Antonio Ratti, che curerà la mostra assieme a Lorenzo Benedetti e Maddalena Terragni.

Leggi anche:

Christian Boltanski. La mostra antologica Anime. Di luogo in luogo

Dentro Caravaggio al Palazzo Reale di Milano

Colore! al Muba di Milano

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.