• Home
  • EVENTI
  • L'ex Mercato metropolitano risorge con "Estate allo Scalo"

L'ex Mercato metropolitano risorge con "Estate allo Scalo"

estatealloscalo

Dopo il successo del 2015 quando durante l’Expo lo scalo ferroviario di Porta Genova aveva ospitato il Mercato Metropolitano, l’area a due passi dai Navigli si prepara ad una nuova vita.
Dal 21 Luglio al 14 Ottobre parte “Estate allo Scalo”, che oltre a creare intrattenimento per cittadini e turisti, lancia il piano di rigenerazione dei sette scali ferroviari di Milano, ora aree dismesse e abbandonate.

Come sarà

Cinquemila metri quadri di superficie dedicati a street food, cinema, serie tv, lettura, sport, concerti e intrattenimento per bambini. Dal lunedì al venerdì dalle ore 17.00 all’1.00 e durante il weekend dalle ore 11.30 all’1.00 lo scalo sarà a aperto e pronto ad accogliervi tutti.

Food and Beverage

Ampio spazio sarà riservato allo street food, ma anche a piccoli laboratori di cucina: ad esempio, la gelateria Il Rigoletto porterà allo scalo una vera e propria scuola di gelato. Dal 24 luglio, tutti i giorni dalle 17.30 alle 18.30 insegnerà ai bambini come prepararlo.

Sport

Verranno messi a disposizioni campetti da calcio e basket per sfide a tre contro tre.

Cinema e serie tv

All’interno dell’area, circa 350 metri sono stati messi a disposizione per la realizzazione di un teatro, nel quale verranno ogni giorno proiettati i programmi principali del palinsesto di Sky (sponsor dell’evento).
Verranno trasmessi programmi per bambini, serie tv prodotte da Sky come Gomorra e I delitti del Barlume, eventi sportivi e moltissimi film.

Bambini

Per i più piccoli (dai 3 ai 12 anni) è stato realizzato un parco giochi all’aperto.

Lettura

Un altro partner di “Estate allo Scalo” è il Libraccio, il quale ha creato una zona in cui sarà possibile leggere all’ombra e in totale relax. Sono inoltre in programma diversi incontri e presentazioni di libri.


Un buon inizio quindi per la rigenerazione degli scali ferroviari milanesi, che come affermato dall’assessore all’urbanistica Pierfrancesco Maran, è appena cominciato.
Ci sono ben 647mila metri quadri di aree dismesse che il comune di Milano vuole restituire ai milanesi e soprattutto ai giovani, creando spazi e intrattenimento a loro destinati.

 

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.