• Home
  • WEB
  • Google Local Guides: come lavorare gratis per Google

Google Local Guides: come lavorare gratis per Google

local guide googleLo abbiamo testato per mesi anche noi Google Local Guides,  il programma di Mr. Google che chiede agli utenti di implementare Google Maps aggiungendo foto, recensioni, dati vari e punti di interesse che saranno poi visibili da chi cerca quel tal posto su google maps.

livelli google local guides

Diventare una guida locale di Google è un gioco da ragazzi,  una volta iscritti sul sito ufficiale di Local Guides – Google Maps scegliendo il proprio nome utente e la città di residenza, sarà possibile iniziare a guadagnare punti per "salire di livello". Si parte dal Livello 1 con 0 punti fino a raggiungere il livello 10 con ben 100.000 punti.

Quanto paga Google per questo lavoro di aggiornamento costante di Google maps? Nulla!!! Si lavora gratis per l'onore di contribuire al miglioramento delle mappe locali e al massimo, se siete venali, per ottenere uno sconto o un abbonamento gratuito su Google Play Music & Google Play Movie Store: infatti, tutti coloro che raggiungeranno entro il 31 agosto 2017 il livello 4, verranno regalati 3 mesi di Google Play Music gratis oltre a uno sconto del -75% sul noleggio del primo film dal Google Play Movie Store.

Qualche utente dopo aver testato il servizio ha polemizzato sul fatto che centinaia di migliaia di persone stiano aiutando un colosso come Google ad avere sempre maggiori dati da elaborare e dai quali estrarre informazioni, senza ricevere in cambio neppure un euro, ma questa è tutta un'altra storia che si scontra con il meccanismo della "riprova sociale"  che spinge migliaia di persone a volersi sentire qualcuno, come un influencer, mostrando accanto al proprio nome il badge di Google con più punte possibili.

Local Guides è definita dallo stesso Google come “una community internazionale di esploratori che condividono le loro scoperte su Google Maps. Le Local Guide aiutano a trovare i posti migliori in città e a fare nuove amicizie, ricevendo in cambio vantaggi esclusivi.”

Se ci pensate bene, perché Google dovrebbe pagare qualcuno, anche solamente pochi centesimi per ogni contributo postato, se migliaia di persone partecipano in modo totalmente gratuito solo per la gloria? 

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI