• Home
  • EVENTI
  • Valle Lomellina Sagra della Lumaca 2017

Valle Lomellina Sagra della Lumaca 2017

sagra lumaca 2017 2Sabato 2 e domenica 3 settembre, a Valle Lomellina, in provincia di Pavia, tornerà la nota Sagra della Lumaca, dove si danno appuntamento i buongustai per gustare i rinomati piatti a base di lumache lomelline.

L'evento

Tra le novità dell’edizione 2017 ci saranno i ravioli di lumaca, realizzati artigianalmente con materia prima di esclusiva provenienza lomellina, come tutte le portate del menù. Tra gli altri piatti a base di lumache ci saranno antipasto misto di lumache, tagliatelle al pesto di lumaca, ravioli di lumaca, polenta e lumache in bagna cauda, polenta e lumache in umido, lumache fritte da passeggio. Non mancheranno le tagliatelle al ragù di carne, salamella alla griglia, braciole di maiale alla griglia, prosciutto affumicato alla griglia.

L’amaro da degustare con i piatti verrà offerto da Amaro Ramazzotti, nuovo sponsor della manifestazione.

Inoltre, per la manifestazione, la Biblioteca comunale Giuseppe Marucchi proporrà un convegno per raccontare la storia e i segreti dei personaggi storici di Valle Lomellina, esperti di arte, di storia e di letteratura, e alla fine ci sarà un itinerario per le strade del paese, alla scoperta dei luoghi più significativi.

Valle Lomellina

Il primo nucleo nella zona di Valle Lomellina risale al periodo pre-romano, quando l’area era occupata da piccoli villaggi risalenti all’età del bronzo.

Con l’invasione gallica del IV secolo a.C. gli insediamenti gallici in Lomellina aumentarono, grazie al gran numero di torrenti e fontanili presenti nella zona.

L’arrivo dei Romani, da sempre grandi ingegneri e costruttori di reti stradali agevolatrici di commerci, portò alla costruzione di una strada che partendo da Ticinum (Pavia) raggiungeva le Gallie (territori dell’Italia settentrionale) passando per la Lomellina e Valle Lomellina. Inoltre, furono costruite molte ville che portarono alla bonifica di numerose terre per uso agricolo, poi diventate il primo tassello della futura economia agricola del paese.

Dopo la caduta dell’impero romano Valle divenne un feudo che fu ceduto più volte dai suoi governanti, dai Beccaria agli Sforza, dai Visconti alla famiglia Litta di Gambolò fino all’abolizione del feudalesimo.

Nel 1707 Valle, con tutta la Lomellina, venne inclusa nei domini di Casa Savoia, seguendone le sorti per arrivare all’unità d’Italia, tranne che nel periodo napoleonico, poi entrò a far parte della provincia di Pavia, dividendosi definitivamente dal Piemonte.

Il ventennio fascista vide l’apertura delle due storiche riserie locali, la Curti e la Società Italiana. Durante la Seconda guerra mondiale Valle divenne un rifugio per molti sfollati milanesi, poi nel dopoguerra vide un aumento dei pendolari verso le industrie orafe di Valenza e i calzaturifici di Vigevano.

Valle Lomellina oggi è un comune ricco di attività agricole e industriali, ma anche di storia e cultura tutto da vedere e scoprire.

 

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.